Per fortuna non siamo ​come gli inglesi

Sabato 16 Ottobre 2021 di Bruno Vespa

È vero che siamo l’unico Paese in Europa e tra i pochissimi al mondo ad avere in green pass obbligatorio per chiunque debba lavorare. Ma siamo il Paese che ha sofferto di più sommando lo spaventoso numero di 130mila morti con le conseguenze devastanti per l’economia e la società. Abbiamo una ripresa da “miracolo economico” e sarebbe da irresponsabili interrompere o semplicemente rallentare questo circuito virtuoso. 

Giovedì sera la Royal Opera House a Londra era gremita per la prima mondiale dello spettacolo dedicato a Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario della morte. Bene, nessuno indossava la mascherina. E così in ogni teatro, cinema, discoteca, ristorante, locale di qualunque tipo. Morale: nell’ultima settimana nel Regno Unito c’è stata una media di 40mila contagi e di 120 morti al giorno. Vogliamo tornare a quei livelli? La filosofia britannica è questa: riprendiamoci in pieno la vita e peggio a chi tocca. Vogliamo farla nostra?

È da condannare un governo che non la accetta? Nei mesi passati abbiamo criticato anche noi qualche eccesso di prudenza e tuttora qualche dettaglio potrebbe essere migliorato (aerei pieni e sale d’attesa a posti alternati). Ma sono stati troppi i vantaggi del gradualismo per poterli mettere in discussione. 30/40 morti al giorno sono ancora una grossa ferita. Dobbiamo arrivare presto a coprire quel dieci per cento (forse anche meno) di persone da vaccinare che ci serve per raggiungere una ragionevole sicurezza globale. La maggior parte di chi ancora non vuole vaccinarsi lo fa per paura.

«C’è in giro una quantità incredibile di notizie false. – mi ha detto ieri Alberto Mantovani, l’immunologo italiano più accreditato nel mondo -. Si dice per esempio che il vaccino faccia diventare sterili gli uomini. Abbiamo controllato gli spermatozoi di persone vaccinate e sono perfetti dopo tanto tempo. Poi c’è il timore di una modifica delle nostre caratteristiche genetiche. Purtroppo la gente non sa che ogni volta che noi abbiamo un’infezione virale come il raffreddore, le nostre cellule sono piene di Rna messaggero che dovrebbero determinare la stessa modificazione genetica di quando il vaccino contro il Covid viene iniettato nelle cellule sentinella. Ogni raffreddore sarebbe pericoloso. E invece non succede niente». Per quel che riguarda il green pass sul lavoro, il governo non può cedere. È possibile che nel giro di pochi giorni si applicherà uno sgravio fiscale alle aziende che vogliono dare i tamponi gratis ai dipendenti. Sperando che finalmente almeno la metà dei 3milioni800mila lavoratori renitenti si scocci e vada a vaccinarsi. 

Ultimo aggiornamento: 07:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento