Insigne, niente lacrime: testa bassa e pedalare

Giovedì 21 Gennaio 2021 di Marilicia Salvia

«Non ci resta che piangere»: è stato facile il nostro gol, caro Lorenzo, sulla prima pagina di ieri, e a segnarlo ci hai aiutato tu, con le tue lacrime che erano l’ultima cosa che avremmo voluto vedere eppure la più giusta, la più umana, quella che ci ha rappresentato tutti, il suggello inevitabile di una serata che da tifosi inguaribili avevamo sognato e immaginato molto molto diversa. Però, caro Lorenzo, il giorno dopo lo possiamo dire...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA