Se manca la legge ​per salvare il mare

Venerdì 30 Luglio 2021 di Antonino Pane

C’è voluta tutta la determinazione del procuratore Nunzio Fragliasso per vedere finalmente in carcere i devastatori del costone calcareo che dallo Scrajo arriva a Meta e dalla Marina Grande di Sorrento arriva fino al porto di Salerno. Tre anni di indagini e l’accusa di disastro ambientale per far scattare le manette e fermare uno dei crimini più odiosi, la devastazione del territorio subacqueo, consumato solo per far felice le papille...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA