Meningite, muore napoletano 46enne
era già stato contagiato dodici anni fa

di Ettore Mautone

Torna a colpire il meningococco in Campania: E. L. P., un uomo napoletano di 46 anni residente a Portici, è deceduto ieri mattina al Cotugno dove era giunto in gravissime condizioni. L’uomo era stato trasferito in urgenza, presso il polo infettivologico collinare, dall’ospedale Vecchio Pellegrini. Qui era stato precedentemente ricoverato, per circa mezza giornata, accusando sintomi generici. Un quadro clinico che, solo alla fine, con l’aggravarsi della situazione, ha fatto sospettare la meningite. All’arrivo al Cotugno sono scattati subito i prelievi di liquor (il liquido che circola nelle cavità cerebrali e nel canale midollare) e praticata la coltura di sangue. Il responso è arrivato nell’arco di poche ore. Nel frattempo le condizioni dell’uomo sono precipitate determinandone la morte per sepsi da meningococco. Una grave infezione generalizzata che rappresenta uno degli esiti fatali della terribile infezione.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 14 Giugno 2018, 22:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP