Oh baby, ne vedremo delle belle: da Millie Bobby Brown a Kaia Gerber, ecco la carica delle under 20

Venerdì 19 Gennaio 2018 di Costanza Ignazzi
Millie Bobby Brown

Sono in passerella, sui red carpet, nelle pubblicità e – soprattutto – sui social. Segni particolari: meno di 20 anni, stile da urlo, brand di alta moda che litigano per accaparrarsele. Nel mondo delle sfilate e dei look all’ultimo grido una squadra di teenager sbaraglia tutte, mettendo in cantiere un futuro da star (per non parlare del presente). Gigi e Kendall, fatevi da parte, siete già sull’over andante: spazio alle nuove leve che fanno sognare schiere di ragazzine e sospirare nostalgiche trentenni. Tu chiamalo, se vuoi, ricambio generazionale: fatto sta che se nel tiranno mondo della moda la data di scadenza non è mai troppo lontana, quella di ingresso, di questi tempi, è sempre più in anticipo.
 

 

LO SCANDALO
La new entry più giovane ha solo tredici anni ma l’abbiamo già vista spostare oggetti e combattere inquietanti creature con la forza del pensiero. Millie Bobby Brown, “Undici” per i fan della serie Stranger Things, non è ancora entrata nell’adolescenza ma ha già solcato i red carpet più prestigiosi fasciata in firmatissimi outfit che le altre possono solo immaginare. L’abito Calvin Klein sfoggiato agli ultimi Golden Globes ha perfino scatenato una bufera mediatica: lo spacco sulla schiena con il quale la bella Millie posava per i fotografi - nemmeno fosse Greta Garbo - è stato giudicato troppo audace per una ragazzina della sua età. Ma lei non ha battuto ciglio e continua a inanellare look che più glamour non si può: dal floreale Valentino al borchiato Rodarte, e via di trasparenze e paillettes stemperate, a onor del vero, dallo stivaletto camperos o dalla ballerina di vernice. E se per esigenze di copione ha dovuto rasarsi a zero ha commentato che «la missione è far vedere alle altre ragazze che l’immagine non è così importante». Tredici anni e già femminista: applausi (e vagonate di follower: oltre 12 milioni).

Altro nome da tenere d’occhio è quello di una signorina che a 16 anni comparirà sul prossimo numero di Vogue Francia, ben prima della sua leggendaria mamma per la quale la famosa copertina arrivò insieme alle diciannove candeline. La genitrice in questione si chiama Cindy Crawford e la figlia, Kaia Gerber, è sulla buona strada per diventare altrettanto famosa. Da Calvin Klein ad Alexander Wang, da Prada a Yves Saint Laurent, lo scorso autunno tutti, ma proprio tutti l’hanno voluta in passerella. Saranno i geni, sarà il fisico androgino, sarà che è cresciuta circondata da chi ha fatto la storia della moda (Naomi Campbell si dice fiera della «nipotina acquisita»), sarà che anche “off duty” ha già uno stile ben definito tra il casual e il grunge. Kaia sta per lanciare una capsule collection per Karl Lagerfeld, il cui pezzo forte, si vocifera, sarà un paio di guanti di pelle borchiati a lunghezza gomito.

MINI DESIGNER
Ha solo 15 anni ma ha già un suo brand d’abbigliamento ben avviato anche Maddie Ziegler, icona a stelle e strisce delle giovanissime: scoperta da bambina con il talent Dance Moms, la ballerina è da anni il volto dei video della cantante Sia. Il “Maddie style”, al grido di «avventure e vestiti carini» fa tendenza nella sua semplicità: magliette da baseball, prendisole a fiorellini e pantaloni a quadretti, roba da far impazzire qualsiasi ragazzina tra i 10 e i 17 anni. Ma anche le fan del boho chic hanno trovato la loro nuova icona, cognome importante e convinto spirito bohémien: Paris Jackson, figlia dell’indimenticabile Michael e modella per il colosso IMG Models, ha 19 anni ma già a 15 era nella classifica di People sulle donne più belle del mondo. E lei, tra un red carpet in abito hippie e un impegno in Malawi contro l’Aids, sfodera nuovi tattoo dal significato spirituale, maxidress in stile etnico e una vocazione da trend setter inconsapevole. 

In tema di figlie d’arte, mentre Lily Rose Depp, primogenita (e fotocopia) di Vanessa Paradis e del “pirata” Johnny a 19 anni è già stata testimonial di Chanel, la nipote di un’altra icona della musica si sta preparando a cavalcare la cresta dell’onda. Selah Marley, il cui nonno era nientedimeno che Bob, a 18 anni ha già all’attivo sfilate e campagne pubblicitarie per Rag&Bone, Yeezy e Ivy Park di Beyoncé: l’ultima fatica è il nuovo video per il profumo “Chance” di Chanel in cui, treccine afro e collier di perle, gioca alla signorina maleducata in un hotel extralusso. Nella realtà Selah punta tutto sullo stile hip hop con micro top e pantaloni baggy dal vago sapore anni ‘90: piccola icona di stile che – c’è da giurarci - non ci metterà molto a crescere.

Ultimo aggiornamento: 14:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA