La malattia del Paese sta nei numeri della scuola

di Adolfo Scotto di Luzio

La scuola è stata l’anima delle società democratiche nate dopo la seconda guerra mondiale. Attraverso di essa un regime politico, fino ad allora largamente ignoto all’Europa, qual era appunto la democrazia, si dotava dei costumi e della mentalità adeguate. In Italia, in particolare, dove meno di un secolo era passato dall’unificazione e cioè dalla nascita di una scuola nazionale tendenzialmente di massa, la questione assunse un rilievo tutto particolare. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 14 Novembre 2017, 23:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP