Cup, nuovo portale a prova di hacker nel passaggio non mancano disagi e attese

Lunedì 6 Dicembre 2021
Cup, nuovo portale a prova di hacker nel passaggio non mancano disagi e attese

SANITÀ
Un nuovo programma, a prova di attacchi hacker, per la gestione del Cup centro unico di prenotazione. Il sistema, disposto dalla Regione, è arrivato anche nella provincia di Latina e garantirà una maggiore efficienza e soprattutto sicurezza contro il rischio di attacchi informatici come quello che lo scorso agosto ha mandato in tilt l'intero apparato regionale. L'iter è stato avviato dalla Asl di Latina il 22 novembre scorso, non è ancora entrato pienamente a regime e ha purtroppo comportato non pochi disagi. L'azienda sanitaria ha messo in campo una serie di iniziative organizzative e di attività propedeutiche, tra cui la formazione degli operatori degli sportelli Cup e del personale infermieristico e medico che utilizzerà il sistema: l'affissione di avvisi rivolti ai cittadini nelle strutture sanitarie, nelle sedi e sul sito internet aziendale; incontri con i direttori di ospedale e di distretto per contenere i disagi; accesso diretto agli ambulatori da parte dei pazienti esenti dal ticket senza passaggio preventivo allo sportello Cup; possibilità di effettuare pagamenti del ticket nei punti Sisal, nelle farmacie abilitate o attraverso il portale paga online; l'attivazione nelle sedi critiche di nuovi sportelli con prolungamento degli orari. In realtà, nonostante l'investimento di risorse ingenti per queste attività preliminari, nella fase di start point i disagi non sono mancati: lunghe attese agli sportelli e file interminabili. La Asl sta implementando le azioni per far entrare a pieno regime il sistema Cup e dunque arrivare a ridurre l'attesa per l'utenza. Tra le nuove operazioni programmate ci sarà l'incremento di sportelli nelle sedi con maggiore pressione; il miglioramento stesso delle condizioni di attesa sia all'interno sia all'esterno dei Cup; ulteriori corsi di formazione a medici di famiglia, pediatri e specialisti ambulatoriale per evitare nelle prescrizioni possibili errori che rendono più lunga la procedura di registrazione; interventi di miglioramento della rete aziendale per rendere più fluide e rapide le attività informatiche. E si sta anche valutando, per fare fronte ai disagi causati dall'accettazione e registrazione di esami di laboratorio, un nuovo sistema per la registrazione degli esami, oltre a modalità organizzative che non prevedano il passaggio al Cup per i pazienti cronici o inseriti nei percorsi per i quali eventuali prenotazioni possono essere compiute direttamente dal medico o dalla struttura che ha in carico il paziente. Da oggi inoltre sarà di nuovo attivo il call center regionale al numero 069939 per le prenotazioni delle prestazioni specialistiche ambulatoriali.
Laura Pesino
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA