Massa Martana, tutti con don Riccardo «Grazie al vescovo per la trasparenza»

Mercoledì 14 Aprile 2021
Massa Martana, tutti con don Riccardo «Grazie al vescovo per la trasparenza»

LA STORIA
MASSA MARTANA Sotto i Martani c'è tanta solidarietà e comprensione nei confronti di don Riccardo Ceccobelli all'indomani dell'inatteso annuncio: «Il mio cuore è innamorato», con al fianco il vescovo monsignor Gualtiero Sigismondi che ha informato i fedeli della richiesta inoltrata al Papa perché riponga al secolo don Riccardo che intende rinunciare alla sacralità del sacerdozio.
Se c'è stato stupore per la grossa novità che nessuno si attendeva, visti i comportamenti e la dedizione alla cura delle anime e alle pastorali giovanili del parroco, non sono mancati giudizi positivi da parte di tutti i cittadini di Massa Martana. Una vicenda come questa che in un piccolo centro lascia strascichi e pettegolezzi, con i soliti: «Io lo sapevo, possibile tu no? Lo sapevano tutti», questa volta ha trovato tutti concordi nel sostenere l'ex parroco. Unanime quindi il solidale consenso al comportamento onesto e coerente di don Riccardo.
Il primo a solidarizzare è il sindaco Francesco Federici che oltre ad alcune positive considerazioni sull'operato del sacerdote ha aggiunto un favorevole commento sulla Chiesa che ha avuto la forza della chiarezza e della sincerità. «Condividiamo la modalità con cui la notizia è stata ufficializzata ha affermato Federici - pur non nascondendo la sorpresa, ma ringrazio il Vescovo per la vicinanza e la trasparenza dimostrate». Al sindaco hanno fatto eco tutti quelli che hanno condiviso con il sacerdote le attività pastorali, come i frequentatori delle celebrazioni rituali, come i responsabili dell'associazionismo, tanto seguito da don Riccardo, come Giovanni Barlozzari, della Croce rossa, come Marcello Granocchia dell'Avis, come Edoardo Antonelli dell'Anspi o Luciano Perni, de Il sorriso'. Ma il vero monumento l'hanno fatto i frequentatori del bar centrale: «Non ci interessano chiacchiere e supposizioni né giudichiamo, il mondo è cambiato e don Ceccobelli è un prete moderno».
Luigi Foglietti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA