Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gatti e cani seppelliti con i padroni, via libera dalla Regione Piemonte. Ammessa solo la cremazione

Venerdì 22 Luglio 2022
Gatti e cani seppelliti con i padroni, via libera dalla Regione Piemonte. Ammessa solo la cremazione

La proposta, a Torino, è della consigliera regionale leghista Daniela Poggio: gatti, cani, criceti, canarini, insomma, gli animali da compagnia, potranno essere seppelliti, se inceneriti, con il loro padrone. Di gatti, seppure imbalsamati, provenienti dalle tombe dei padroni ce ne sono parecchi proprio a Torino, nel museo egizio.

Ora, tremila anni dopo, la Regione si appresta a cambiare le regole sui servizi cimiteriali: sarà permesso tumulare le ceneri degli animali domestici insieme alle spoglie dei loro padroni, ma in un'urna separata accanto al feretro. Da vedere la tempistica dei decessi per non complicare le operazioni di sepoltura. In caso di morte del padrone bisognerà attendere quella dell'affezionato animale, cremarlo e poi aggiungere l'urna al sepolcro.  Viceversa bisognerà conservare le ceneri dell'animale fino alla morte del padrone e poi procedere all'abbinamento.ù

Alla Poggio si affianca intanto l'assessora ugualmente leghista Chiara Caucino, con delega al benessere - anche ultraterreno - degli animali. I padroni che desiderano riposare per l'eternità con il loro animale dovranno renderlo noto quando sono ancora vivi oppure registrarlo nel testamento, oppure possono intervenire i familiari. 

Ultimo aggiornamento: 14:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA