Morti 70 cani (e 80 gravi), azienda di cibo per animali ritira i prodotti. «Muffe letali»

Giovedì 14 Gennaio 2021 di Laura Larcan
Morti 70 cani (e 80 gravi), azienda di cibo per animali ritira i prodotti. «Muffe letali»

Vomito, lentezza, perdita di appetito, fino all'agonia e alla morte. Così sono morti almeno settanta cani (ma la cifra può aumentare perchè altri 80 esemplari stanno male) dopo aver mangiato alimenti dell'azienda americana Midwestern Pet Food, che è stata costretta a ritirare i prodotti sul mercato. L'azienda, che ha sede nell'Indiana ed è stata fondata nel 1926, ha dovuto bloccare i prodotti alimentari per animali dell'etichetta Sportmix. 

Uccide due Husky e li seppellisce in cortile: assolto dalle accuse, choc negli Usa

Rieti, 8 cuccioli di pastore maremmano uccisi a picconate: denunciato un pensionato

Tre cani da caccia trovati morti nelle campagne intorno a Orvieto. Indaga la procura di Terni

Le cause? Come riporta la BBC, i test hanno rivelato che il cibo aveva livelli potenzialmente pericolosi di aflatossine, un sottoprodotto della muffa che cresce sul mais e altri cereali. La Food and Drug Administration (FDA) statunitense sta indagando sul caso. «A partire dall'11 gennaio scorso, la FDA è a conoscenza di oltre 70 animali domestici che sono morti e più di 80 animali domestici malati dopo aver mangiato cibo per animali Sportmix», ha spiegato la FDA in una nota. 

A dicembre l'azienda dell'Indiana aveva ritirato i prodotti della linea Sportmix dopo la morte di 28 cani. Ora, l'agenzia di monitoraggio ha deciso di includere nel ritiro dei prodotti anche altri marchi dopo che sono emerse altre morti sospette. I sintomi tra gli animali avvelenati dalle aflatossine includono vomito, lentezza e perdita di appetito.

 

 

La Midwestern Pet Food ha precisato che sono stati coinvolti prodotti dei marchi Sportmix, Pro Pac Originals, Splash, Sportstrail e Nunn Better, alimenti secchi per cani e gatti prodotti nel suo stabilimento in Oklahoma che avevano una data di scadenza entro il 9 luglio 2022. «Stiamo facendo un revisione approfondita delle nostre strutture in piena collaborazione con la FDA nel tentativo di servire meglio i nostri clienti e i proprietari di animali domestici che hanno riposto la loro fiducia in noi», ha fatto sapere la società.

Come spiega la BBC, la FDA, comunque, sta informando il pubblico «sui livelli potenzialmente fatali di aflatossine nei prodotti alimentari per animali del Midwest che potrebbero essere ancora sugli scaffali dei negozi, online o nelle case dei proprietari di animali domestici»

Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio, 23:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA