Trento, cucciolo di orso investito e ucciso nella notte: è caccia al responsabile

Il cucciolo investito e ucciso in Trentino (immag diffuse da Trentino Tv)
Il cucciolo investito e ucciso in Trentino (immag diffuse da Trentino Tv)
di Remo Sabatini
Giovedì 1 Settembre 2022, 15:30 - Ultimo agg. 4 Settembre, 12:07
3 Minuti di Lettura

La dinamica dell'incidente non è ancora del tutto chiara. Quel che è certo è che qualcuno, la scorsa notte, ha investito e ucciso un orsetto lasciandolo al suo destino. Si perché il responsabile, ora ricercato, dopo l'impatto con l'animale, non si è fermato né ha chiamato i soccorsi. Tanto che il cucciolone, ormai già morto, è stato rinvenuto da una passante soltanto in mattinata. Il triste episodio è avvenuto sulla SS42 a ridosso del centro abitato di Vermiglio, nota località della Val di Sole in provincia di Trento.

Valle d'Aosta, cagnolina si smarrisce nel bosco. Trovata morta legata ad un albero venti giorni dopo. «Aiutateci a trovare chi l'ha uccisa»

La tragedia

Del piccolo, ora affidato ai veterinari per le analisi di rito, oltre al peso di circa 20 chilogrammi e alla giovane età che non dovrebbe essere maggiore di sette mesi, non si sa molto. Tra le ipotesi avanzate, quella che possa essere uno dei due cuccioli di un'orsa che, da qualche tempo, sembra essere stabilmente presente nell'Alta Val di Sole. Forse l'incidente ha coinvolto l'intero nucleo familiare? È una delle questioni dibattute da forestali e vigili del fuoco, prontamente intervenuti sul luogo del sinistro.

Così, mentre la ricerca del responsabile è iniziata, torna alla mente un episodio simile che, era il maggio scorso, aveva visto un altro giovane esemplare coinvolto in un incidente nella zona di Campodenno. Ferito, l'orso era stato curato e successivamente rilasciato. E chissà che, se il guidatore dell'auto si fosse fermato o avesse chiamato aiuto non si sarebbe potuto salvare anche questo? La morte dell'orsetto, infatti, sarebbe sopraggiunta per il forte trauma cranico provocato dall'impatto. Al vaglio degli inquirenti, poi, un tema delicato come quello della velocità che spesso, in Trentino così come in Abruzzo, può significare la differenza tra la vita e la morte. E non soltanto per gli animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA