Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Delfino spiaggiato, invece di essere soccorso è cavalcato dai bagnanti e muore

Venerdì 15 Aprile 2022 di Remo Sabatini
Il delfino spiaggiato cavalcato dai bagnanti (immag diffuse dalla ass Texas Marine Mammal Stranding Network sui social)

«Quello che è accaduto su quella spiaggia non può trovare giustificazioni». Questo il commento del Texas Marine Mammal Stranding Network, l'associazione ambientalista americana che si occupa di salvaguardia animale, rilasciato a seguito di un drammatico episodio registrato lungo una spiaggia texana e che ha significato la morte di un delfino. Ma cominciamo dall'inizio. Siamo a Quintana Beach, nota spiaggia del Brazoria County Park. È il tardo pomeriggio quando, improvvisamente, un delfino si spiaggia. È un esemplare giovane, non arriva nemmeno a due metri di lunghezza ma è ancora vivo e seppur debolmente, si dibatte. Incuriositi dal drammatico fuori programma, le persone della spiaggia si avvicinano e qualcuno tenta di riportarlo in acqua. L'operazione fallisce. Tempo un paio di minuti e il delfino, disorientato, probabilmente malato, torna a spiaggiarsi.

Taiji, è ancora strage di delfini: oltre trenta esemplari trucidati poco fa. Le associazioni: «Un orrore senza fine»

Morto il delfino solitario del fiume Mekong, era l'ultimo della sua specie

A quel punto, scatta qualcosa di incomprensibile. Sì perché attorno al delfino stremato, come documentato dalle immagini diffuse dal Texas Marine Mammal Stranding Network che proponiamo, si raduna un capannello di persone che cominciano a toccarlo, a spingerlo, persino a cavalcarlo in un raptus di follia che risulterà fatale. Il delfino, infatti, morirà prima dell'arrivo dei soccorsi. Così, mentre infuriano le polemiche, associazioni ed enti governativi tornano a ribadire che: «In caso di cetacei spiaggiati, la sola cosa da fare e chiamare i soccorsi autorizzati ad intervenire. Perché, è stato sottolineato, dietro allo spiaggiamento c'è sempre un motivo. Il mammifero marino, infatti, potrebbe essere malato o ferito e non deve essere toccato se non da personale esperto». I delfini, anche in quello Stato, sono protetti dal 1972. 

Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA