È morta Inji, l'orango più vecchio del mondo: aveva 61 anni

Lunedì 11 Gennaio 2021 di Marta Ferraro
È morto Inji, l'orango più vecchio del mondo

Inji, l'orango più longevo del mondo che viveva all'Oregon Zoo negli Stati Uniti, è stato sottoposto a eutanasia dopo aver lottato per lungo tempo contro una malattia.

In natura, gli oranghi difficilmente riescono a superare i 40 anni, ma Inji è riuscita ad arrivare alla veneranda età di 61 anni.

I guardiani dello zoo riferiscono che Inji ha subito un notevole rallentamento negli ultimi anni anche a causa della malattia che gli ha procurato tanta sofferenza, aggiungendo che nelle ultime settimane raramente si era allontanata dal suo spazio e che non mangiava più. Per questo, sabato hanno preso la difficile decisione di sopprimerla, poiché era ormai evidente che gli antidolorifici non la aiutavano più.

La data di nascita effettiva di Inji è sconosciuta. È nata allo stato brado intorno al 1960, è arrivata negli Stati Uniti attraverso il commercio di animali selvatici, che all'epoca era legale, ed è stata portata allo zoo dal suo proprietario nel 1961. Si stima che avesse circa un anno quando è arrivata allo zoo il 30 gennaio 1961.

«Sapevamo che non poteva vivere per sempre, ma questo fa davvero male, e so che molti visitatori sono in lutto insieme a noi», ha riferito Bob Lee, come riporta il Daily Star. «La capacità di Inji di entrare in contatto con le persone è stata incredibile» ha continuato l'uomo che supervisiona le aree degli animali dello zoo.

Ultimo aggiornamento: 15:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA