Gatto trascorre 11 giorni sul tetto di un aeroporto a New York: salvato dopo essere scappato ai controlli

Martedì 12 Gennaio 2021 di Marta Ferraro
Salvato un gatto che ha trascorso 11 giorni sul tetto di un aeroporto di New York dopo essere scappato dai controlli del check in

Un gatto è scappato dalle mani della sua proprietaria in un aeroporto americano e si è nascosto sul tetto dell'edificio. L'animale è stato trovato vivo da un gruppo di volontari undici giorni dopo la fuga in uno stato di stress, secondo quanto riferisce il New York Post.

Pochi giorni prima di Natale, Taylor Le, un'insegnante di cucina di 43 anni, si stava viaggiando da New Yorka alla California per incontrare i suoi familiari. Durante i controlli di sicurezza all'aeroporto LaGuardia, è stata costretta a rimuovere Muji, il suo gatto di 6 anni, dal trasportino. «Siamo passati attraverso il metal detector e lui è andato fuori di testa, mi ha morso ed è scappato», ha raccontato Le.

Il felino spaventato è scappato attraverso il terminal per nascondersi sul tetto. La donna ha cambiato il biglietto sperando che il suo gatto riapparisse, ma il giorno successivo non avendo più notizie ha deciso di partire. Successivamente, non sentendo i funzionari dell'aeroporto, la proprietaria ha chiesto aiuto pubblicamente tramite Facebook ed è stata contattata dai volontari del gruppo di difesa della sicurezza dei voli per animali domestici. I volontari hanno ottenuto un permesso per portare un cane da caccia all'aeroporto. «Il cane ha confermato che Muji era ancora sul tetto», ha continuato Le, che è immediatamente tornata a New York.

Undici giorni dopo la sua scomparsa, uno dei membri della squadra di soccorso è riuscito a catturare il gatto con una trappola. «Ho iniziato a piangere. È stato un miracolo», ha concluso la donna.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA