Ischia, rete di monitoraggio in spiaggia dopo la nascita delle 25 tartarughe

Lunedì 13 Settembre 2021
Ischia, rete di monitoraggio in spiaggia dopo la nascita delle 25 tartarughe

La vicenda della nascita e del salvataggio delle 25 tartarughe ad Ischia ha attivato una rete di monitoraggio da parte del Regno di Nettuno nella zona di nascita a tutela della biodiversità dell'area marina protetta.

L'evento dell'altra notte ha messo in moto l'iter da parte dell'Area marina protetta che, con il supporto della Guardia Costiera ischitana, ha provveduto alla delimitazione, sull'arenile di Forio, della zona in cui si sospetta siano state deposte le uova ed a allestire un presidio notturno con il team del Turtle Point della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Portici e l'associazione Tartarughe Marine in Campania; nelle ultime ore non sono state avvistate altre tartarughine neonate ma la schiusa potrebbe comunque proseguire.

Video

Quello di Ischia è il cinquantesimo nido stagionale di tartarughe per la Campania ed il primo su un'isola, in una estate che ha registrato numeri sorprendenti, senza precedenti. «Promuoveremo azioni di sensibilizzazione e divulgazione in vista della prossima estate - dice ancora il direttore Tonino Miccio - con l'auspicio che le caretta caretta possano tornare a deporre sulle spiagge di Ischia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA