La grande fuga
Il polpo Inky evade dall'acquario e riesce a tuffarsi in mare. Ecco come ha fatto

Il polpo, si sa, è un animale particolarmente intelligente. Riesce a fare un mucchio di cose con estrema faciltà. Compresa la fuga. Non stupisce dunque che il protagonista di questa storia che ha fatto il giro del web, sia per l'appunto un mollusco con una marcia in più. Inky è il suo nome. In Nuova Zelanda era stato catturato da un pescatore e portato all'acquario dove, viste le sue dimensioni, era subito diventato la star del posto.
Già. Ma Inky sognava il suo mare. E la libertà della quale lo avevano privato. Ed è stato così che una notte, approffitando di una disattenzione degli addetti alla manutenzione delle vasche, ha scoperto che il coperchio della sua prigione non era ben chiuso. Gli è bastato sollevarlo appena un po' e sgusciare fuori fino all'ingresso di un grosso tubo di scarico che portava diritto a mare.
 L'intrepido polpo vi si è  infilato e dopo averlo percorso per 50 metri si è tuffato diritto nelle acque della Hawke’s Bay, costa est dell’Isola del Nord.
 Lieto fine modello Nemo. Roba da polpi.
 
Mercoledì 13 Aprile 2016, 18:37 - Ultimo aggiornamento: 13-04-2016 18:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP