Chiede alla ex di restituirgli il pappagallo, il padre di lei gli punta contro il fucile

Venerdì 21 Maggio 2021 di Erasmo MARINAZZO
Chiede alla ex di restituirgli il pappagallo, il padre di lei gli punta contro il fucile

Regala alla fidanzata un pappagallo Ararauna, del valore di circa 1.500 euro. Poi la storia d'amore finisce e lui chiede indietro alla ormai ex quell'esemplare così pregiato, ottenendo un netto rifiuto. La fine burrascosa di questa storia d'amore è finita in tribunale, a Lecce, divenendo un caso d'interesse per la giustizia penale. L'uomo, 28 anni, di Sternatia, di professione rivenditore di animali esotici ha ottenuto infatti dalla Procura il sequestro del pappagallo e l'imputazione dei genitori della ex fidanzata per appropriazione indebita

L'inchiesta è stata chiusa con questa accusa, mentre il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta dei genitori della ragazza, difesi dall'avvocato Alberto Corvaglia, di restituire il pappagallo.

L'inchiesta racconta come il giovane rivenditore, a metà novembre, abbia raggiunto l'abitazione della ex per chiedere che gli venisse restituito l'Ararauna, ma per tutta risposta i genitori - la circostanza è contenuta nel capo di imputazione ed è stata confermata dal 28enne - gli avrebbero puntato contro un fucile, con la madre della ex a incitare il padre a sparare. Questo specifico fatto non era stato riferito dal giovane in occasione della prima denuncia ai carabinieri, ma si trova invece nella denuncia-querela depositata più tardi in tribunale.  

Ultimo aggiornamento: 18:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA