Lo sapevi?
L'agopuntura: toccasana per cani e gatti
Scopri come e quando farla

Mercoledì 27 Gennaio 2016
I benefici dell'agopuntura non sono  fantascienza per gli esseri umani. Risolvono alla grande una marea di noie fisiche.
Ma forse non molti sanno che anche per gli animali questa antichissima tecnica medica, si conferma un vero e proprio toccasana.

Secondo le dottrine classiche della medicina tradizionale cinese, sia il corpo umano che animale sono percorsi da un flusso di energia vitale costante che fluisce attraverso  canali detti meridiani. L’agopuntura veterinaria, la disciplina più nota della medicina veterinaria tradizionale cinese, prevede l’inserimento di aghi sottili nel corpo dell’animale in determinati punti (agopunti), per ristabilire l’equilibrio energetico. Non ci sono effetti collaterali. Si usano sempre aghi sterilizzati e dunque non c'è rischio di contagio di malattie.

"I cani non possono nè essere sedati nè costretti. In genere - spiegano i veterinai esperti in questa terapia - la prima fase della seduta consiste nel tranquillizzare il paziente, lasciandolo curiosare in giro e facendo amicizia. Poi l'effetto rilassante degli aghi fa il resto. Ovviamente a volte ci vuole più di una seduta affinché l'animale acquisisca fiducia e si lasci andare".

"Gli aghi sono del tutto indolori. Però, come le persone, anche gli animali hanno una sensibilità individuale e alcuni li sentono appena, ma non si può  certo parlare di dolore vero e proprio. Tutte le patologie possono essere curate con ottimi risultati con l'agopuntura per esempio: l'artrosi, le patologie discali e vertebrali, i  problemi gastrointestinali cronici, le patologie endocrine e metaboliche e tante allergie. Non c'è un numero di sedute fisso. Ovviamente i casi acuti vogliono poche sedute se non una, i casi cronici possono volere terapie lunghe ma non per questo impegnative. Così la frequenza delle sedute, inizialmente settimanale, viene diradata fino ad un mantenimento di una volta al mese o più. Si tratta di una terapia a portata di tutte le tasche: la spesa è decisamente contenuta e i benefici sono davvero tanti. In aggiunta è bene sottolineare che il ricorso a questo tipo di trattamento non deve escludere la possibilità di impiego di altre forme terapeutiche. Al contrario, l’agopuntura rappresenta uno strumento in più per promuovere un pieno benessere dei pazienti".Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio, 18:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA