Morto Yuki, il cane lupo gigante che somigliava ai metalupi di Game of Thrones

Martedì 17 Novembre 2020 di Remo Sabatini
Il cane lupo gigante Yuki (immagini pubbl da Shy Wolf Sanctuary su Fb e Instagram)

Si chiamava Yuki ed era un cane lupo grande così. Yuki non c'è più, colpito da un cancro al sangue, si è addormentato per sempre. Il cagnolone era diventato famoso in tutto il mondo dopo la pubblicazione di alcune immagini che lo avevano ritratto assieme a Brittany una delle volontarie dello Shy Wolf Sanctuary di Naples, in Florida, lo splendido santuario che si occupa di cura e riabilitazione di animali, dove era ospitato. Le sue dimensioni, certamente fuori dal comune e quella incredibile somiglianza con i "metalupi" di Game of Thrones, la nota serie televisiva americana di successo, avevano fatto di lui una star.

Disse il chihuahua al labrador: «Scusi, può darmi un passaggio?»

Il momento di gloria

Così, nel giro di poche settimane, aveva raccimolato centinaia di migliaia di fan che seguivano la sua vita all'interno del centro. Poi, una mattina, l'annuncio che avrebbe rattristato tutti, operatori del santuario e ammiratori: "Abbiamo una notizia molto triste da condividere sul nostro amato cane lupo Yuki. Questa mattina, nel corso delle nostre solite visite nel centro, Yuki non è venuto a prendere la sua medicina". Così, allarmati, i responsabili del santuario si erano diretti verso il suo recinto. "Quando siamo entrati, scrivono in un comunicato affidato ai social, abbiamo scoperto che purtroppo, Yuki era morto".

La tragica fine

Disteso a terra, il povero lupo giaceva come fosse addormentato. "Se n'è andato durante la notte, pacificamente". Sì perchè nonostante le dimensioni, Yuki era un giocherellone. Affettuoso, era diventato una delle mascotte più amate dai volontari che, giorno dopo giorno, provvedevano alla sua salute e a quella degli altri animali ospitati. Stando a quanto riferito, il cancro al sangue contro il quale combatteva da tempo e l'età, quasi 13 anni, sarebbero state le cause della sua scomparsa. "Abbiamo il cuore spezzato, chiude il comunicato, e ci mancherai moltissimo". E poi, "Stai tranquillo, dolce Yuki, ti penseremo sempre". Indimenticato. Già, come quegli altri lupi che gli somigliavano tanto.

Ultimo aggiornamento: 20:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA