Sorpresa, c'è il coleottero cerambice sul Sentiero storico religioso sul monte Gelbison

Segnalato il raro insetto Rosalia Alpina
di katiuscia stio

MONTANO ANTILIA - Documentata la presenza del coleottero cerambice Rosalia Alpina.  

Il raro insetto è stato notato e segnalato dai soci del Club Alpino Italiano di Montano Antilia durante l’escursione intersezionale con la sezione di Castellammare di Stabia sul Monte Antilia, che hanno trasmesso la relativa documentazione fotografica georeferenziata agli uffici dell’Ente Parco Nazionale, Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Ad oggi le indagini faunistiche sulle specie, di interesse comunitario, hanno portato ad individuare nell'area Parco un totale di 63 specie appartenenti a sei principali gruppi zoologici. Alcune di queste sono considerate di interesse prioritario dalla Direttiva 92/43, e tra gli invertebrati viene collocata anche la Rosàlia Alpina, finora segnalata solo sul Monte Cervati e sugli Alburni.

«La scoperta è stata fatta sul Sentiero storico religioso che dalla Scala Santa di Montano Antilia conduce alla vetta del Monte Gelbison nella faggeta che ospita ancora le “nevere”, ossia pozzi in pietra costruiti in alta montagna dove veniva conservata la neve» sottolinea Andrea Scagano, presidente CAI Montano Antilia.
Martedì 11 Settembre 2018, 12:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP