Orsa rimasta senza pelliccia dopo vent'anni di prigionia, Cholita ora è libera e regina della foresta

Lo splendido esemplare di orso di Paddington fu rapita poco più che cucciola. Poi - dopo due decenni - finalmente la libertà

Cholita, l'orsa di Paddington che ha perso la pelliccia per lo stress della prigionia (immag diffuse sui social da Animal Defenders International)
Cholita, l'orsa di Paddington che ha perso la pelliccia per lo stress della prigionia (immag diffuse sui social da Animal Defenders International)
di Remo Sabatini
Martedì 15 Novembre 2022, 18:21 - Ultimo agg. 19:46
3 Minuti di Lettura

A guardarla fa tenerezza. Tanto che la specie cui appartiene, ad una prima occhiata si intuisce a stento. Sì perché dell'orso, la tenera Cholita, ha conservato il musetto e poco più. E la pelliccia? Vent'anni di prigionia e di stress gliel'hanno portata via. Per sempre.

Trentino, insegue con l'auto mamma orsa con i cuccioli e impreca: «Fuori dai ....». Il video fa il giro del web: ira animalisti

Cholita, l'orsa senza pelliccia

La storia di Cholita, splendido esemplare di orso di Paddington, inizia oltre vent'anni fa in Perù quando, rapita poco più che cucciola, inizia il suo drammatico peregrinare da un circo all'altro, fino allo zoo. Una vita che non è più una vita e che la distrugge oltre che nel fisico, anche emotivamente a tal punto che, era il 2015, causa il forte stress, si ritrova senza pelliccia. Poi, quando sembra tutto perduto, arriva finalmente la libertà. Grazie al lavoro di Animal Defenders International, l'organizzazione internazionale che si occupa di salvaguardia animale di stanza in Inghilterra e Stati Uniti, per Cholita si aprono le porte della gabbia. A quel punto, però, l'orsa ha bisogno di cure. Stremata e soprattutto senza piu  la pelliccia che la protegge, rischia di non farcela. E invece no. L'amore del team che di occupa di lei e una fibra eccezionale le fanno superare i momenti più critici facendola arrivare fino a quella che è già stata definita la sua seconda vita. Dopo mesi che sono diventati anni, infatti, Cholita è stata riportata nel suo habitat naturale rappresentato dalle Ande peruviane. Lì, in un santuario pensato apposta per lei, è finalmente libera e felice.

 

IL RACCONTO

"Durante il viaggio che ci ha portato attraverso le Ande, ha spiegato un portavoce di Animal Defenders International, avevamo paura che Cholita non dovesse essere più abituata a quelle altitudini". Fortunatamente per tutti, il trasferimento non comporterà problemi. Come documentato dalle immagini diffuse dall'associazione che proponiamo, l'orsa sembra essersi abituata perfettamente alla sua nuova casa. "Trascorre le sue giornate cercando di comunicare con Dominga o Sabina che monitorano la sua area costruita apposta per luo nella foresta pluviale giorno e notte, facendo il bagno nella piscina o dormendo nella sua caverna", ha spiegato il presidente di ADI Jan Creamer. "Il suo salvataggio, ha concluso, sembra aver incoraggiato anche istituzioni e governi a darsi da fare per salvaguardare gli animali". L'orso di Paddington, divenuto famoso anche in Europa grazie ad uno scritto di Michael Bond del 13 ottobre 1958 (A bear called Paddington) molto apprezzato anche dalla Regina Elisabetta II, nella realtà orso dagli occhiali, sta subendo il dramma della deforestazione che, anche in Perù, sta facendo scomparire il suo habitat portando la specie sull'orlo dell'estinzione. L'età di Cholita non è ancora chiara. Quel che è certo è che, come fanno sapere da ADI, ora "È la regina della foresta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA