Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pastore tedesco trafitto da una freccia perché «abbaia troppo»: Asia è gravissima, rischia la vita

Giovedì 22 Settembre 2022 di Remo Sabatini
Il cane ferito (immag diffusa sui social e da quotidiani locali tra i quali Il Dolomiti)

«Speriamo si salvi. Incrociamo tutti le dita». Queste le poche, lapidarie, parole con le quali il team della clinica veterinaria aveva accolto la povera Asia. Splendido esemplare di pastore tedesco, assieme alla sua famiglia umana vive nell'abitato della Vela, a Trento. Tenera, per qualcuno ha però un difetto: abbaia troppo. Un problema che quel qualcuno, sembra determinato a risolvere a modo suo. Così, nel volgere di pochi mesi, la cagnolona viene letteralmente presa di mira. Nonostante sia nel proprio giardino, infatti, come dichiarato a Il Dolomiti dai proprietari, Asia sembra essere  diventata una sorta di bersaglio per un ignoto che gira con la balestra. Tanto che il cane subisce tre attacchi.

Nel primo, il novello balestriere manca il bersaglio. Il dardo verrà rinvenuto in giardino. Successivamente, l'ignoto criminale, ci riprova. Stavolta sembra aver aggiustato la mira e colpisce una zampa. La ferita, fortunatamente è lieve. Infine, non contento, ritenta. Stavolta centra il bersaglio talmente bene che la freccia, lunga ben 30 centimetri, penetra completamente nel petto di Asia sfiorando il cuore. Una follia. Ora non c'è tempo da perdere. Ridotta in fin di vita, la cagnolona potrebbe morire da un momento all'altro. Fortunatamente, l'intervento chirurgico effettuato presso la Clinica Veterinaria Zoolife di Mezzolombardo, sembra far ben sperare. Adesso, non rimane che aspettare.

«Asia è stata colpita tra il collo e lo sterno», ha dichiarato a Il Dolomiti il direttore sanitario Roberto Guadagnini. Chi può essere l'autore di un gesto così crudele? Se lo chiede l'intera comunità della Vela preoccupata dall'idea di qualcuno che gira liberamente e in pieno giorno con frecce e balestra. Così, mentre si cerca il responsabile, dopo giorni di angoscia la salute della cagnolona sembra migliorare. È notizia di queste ore che, presto, Asia potrebbe essere persino dimessa. Una splendida novità che ha riempito di gioia i padroni del cane che però nutrono ancora qualche timore. Visto l'accaduto, la paura di riportare a casa la loro Asia è comprensibile. 

Ultimo aggiornamento: 23 Settembre, 07:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA