Rieti, 8 cuccioli di pastore maremmano uccisi a picconate: denunciato un pensionato

Mercoledì 21 Ottobre 2020 di Nico Riva
Lazio, 8 cuccioli di pastore maremmano brutalmente uccisi a picconate: denunciato un pensionato

Senza alcun motivo e con una crudeltà inimmaginabile. In questa maniera un 75enne ha assassinato otto splendidi cuccioli di pastore maremmano in provincia di Rieti. Quando i carabinieri lo hanno raggiunto per denunciarlo, riporta La Stampa, aveva ancora con sé l'arma del delitto: un piccone grondante il sangue di quelle innocenti creature. 

Gatto ucciso a calci, il giovane: «Non posso uscire di casa, rischio la vita»

I carabinieri della compagnia di Poggio Mirteto hanno denunciato a piede libero un 75enne di Magliano Sabina, ritenuto colpevole dell'uccisione brutale di una cucciolata di cani. I militari sono arrivati a casa del pensionato poco dopo la strage, grazie ad una segnalazione al 112. Per i cuccioli non c'è stato nulla da fare, né è stato reso noto il movente di questa esecuzione insensata. I carabinieri hanno quindi sequestrato il piccone insanguinato e denunciato l'anziano per maltrattamento e uccisione di animali.

Nulla può giustificare una violenza simile, tantomeno (come si ipotizza) una gravidanza indesiderata. In questi casi, ci si dovrebbe rivolgere ad associazioni e volontari sparsi su tutto il territorio, invece che macchiarsi di quel sangue e andare incontro alle punizioni previste dalla legge. 

Ultimo aggiornamento: 20:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA