Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sardegna, squalo stremato tirato fuori dall'acqua dai bagnanti per i selfie. È polemica

Venerdì 24 Giugno 2022 di Remo Sabatini
Lo squalo fuori dall'acqua a Gonnesa (immag diffuse da Sardegna Live)

Non accennano a placarsi le polemiche seguite ad un triste e controverso episodio accaduto in una spiaggia della Sardegna un paio di giorni fa. Protagonisti della vicenda che sta facendo il giro del mondo, alcuni bagnanti che si godevano il mare e uno squalo che, finito chissà per quale motivo sin quasi sulla battigia, stremato non era riuscito a riprendere il largo. Ma cominciamo dall'inizio.

Aviano, pitone bianco e con gli occhi azzurri trovato in strada: sequestrato dalla polizia

Squalo usato per i selfie, cosa è successo

Siamo a Gonnesa, località della provincia Sud Sardegna non distante da Iglesias. Lì, sulla spiaggia gremita di Fontanamare, qualcuno si accorge di qualcosa di strano che nuota in acqua. Quel qualcosa è uno squalo e, chiaramente in difficoltà, come documentato dalle immagini diffuse da Sardegna Live, sembra non avere più la forza di riprendere il largo. Così, tra lo stupore generale e qualche timore, i bagnanti iniziano a filmare quello strano fuori programma. Poi, improvvisamente, la follia. Stando a quanto riportato dalle cronache locali, qualcuno decide di fare l'eroe e si fa avanti. Una volta entrato in acqua, prende per la coda lo squalo e lo spinge all'asciutto.

Episodio che fa discutere

A questo punto, per onore di cronaca, va detto che, secondo alcuni, si sarebbe trattato di un tentativo di salvataggio maldestro. Fatto sta che lo squalo, ormai all'asciutto, annaspa e le grida che si ripetono: "Rimettetelo in acqua", fanno pensare ad altro. Forse una bravata di dubbio gusto? "Quando un animale viene posto in evidente pericolo di vita, la bravata, quale che sia, non può trovare giustificazioni", si legge tra i feroci commenti apparsi sui social dopo la pubblicazione delle immagini. "Tutto per un selfie", hanno  sottolineato altri. In ogni caso, alla fine della fiera, sembra che il povero squalo, una verdesca di medie dimensioni, sia stato rimesso finalmente in acqua. L'episodio ha riacceso i riflettori sugli atteggiamenti che dovrebbero essere tenuti in mare e sulle spiagge da chi, stagionalmente, ne usufruisce. Gli animali marini, infatti, non sono giocattoli e, come indicato dalle norme vigenti, vanno rispettati. Lo squalo azzurro (Prionace glauca) meglio noto con il nome di verdesca, è uno squalo a tutti gli effetti. Pelagico, si può trovare sotto costa dove si spinge per partorire o cacciare piccoli pesci. Snello e caratterizzato da un azzurro smagliante sul dorso, può raggiungere i quattro metri di lunghezza. Di norma, non è pericoloso per l'uomo che, anzi, ne apprezza le carni. A causa della pesca non più sostenibile, le verdesche stanno scomparendo da tutti i mari e oceani del pianeta.

Ultimo aggiornamento: 18:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA