Un cane salva un alpinista ferito tenendolo al caldo con il suo corpo per 13 ore

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Marta Ferraro
Un cane salva un alpinista ferito tenendolo al caldo con il suo corpo per 13 ore

Nella catena montuosa del Velebit, sulla costa adriatica della Croazia, un cane ha salvato la vita a un alpinista caduto da un ripido pendio sdraiandosi su di lui e tenendolo al caldo per 13 ore, fino a quando un gruppo di soccorritori ha raggiunto il luogo dell'incidente, secondo quanto riportato dai media.

Tre amici stavano facendo un'escursione in montagna, a quasi 1.800 metri sul livello del mare. Grga Brkic, uno di loro, è caduto in un burrone dove, ferito, è rimasto intrappolato e impossibilitato a muoversi. Il suo cane, di nome North, un Alaskan Malamute, è rimasto con il proprietario fino all'arrivo dei soccorsi, riscaldandolo con il suo corpo.

 

La squadra di soccorso ha avuto difficoltà a raggiungere la vittima, a causa del difficilissimo accesso alla montagna innevata e delle cattive condizioni meteorologiche. Alla fine, 27 soccorritori sono riusciti a aiutarlo.

«A causa di circostanze sfortunate, entrambi sono caduti insieme dal pendio... North si è rialzato, illeso, ma il suo amico, il giovane alpinista, non è stato così fortunato. Il cane si è rannicchiato accanto a lui e lo ha riscaldato con il suo corpo. La sua fedeltà non è stata interrotta nemmeno dall'arrivo dei soccorritori: era uno di noi, a guardia del suo proprietario», si legge sulla pagina Facebook del Soccorso alpino croato (HGSS).
«L'amicizia e l'amore tra uomo e cane non hanno limiti», ha osservato l'HGSS. Tuttavia, ha messo in guardia contro le escursioni con i cani in condizioni difficili, soprattutto in inverno.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA