Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Angela Celentano, la bimba scomparsa 26 anni fa: ecco come sarebbe ora. La pista sudamericana

I genitori hanno ottenuto un'immagine della ragazza che corrisponderebbe in maniera quasi reale alle sembianze che Angela avrebbe oggi

Martedì 9 Agosto 2022
Angela Celentano, la bimba scomparsa 26 anni fa: ecco come sarebbe ora. La pista sudamericana

Angela Celentano, scomparsa 26 anni fa. «Il lavoro nostro e dei nostri esperti per portare a casa Angela non si ferma, sono in corso varie attività in ogni settore investigativo e stiamo vagliando diverse segnalazioni interessanti, in particolare una di queste in America Latina sta meritando la nostra attenzione». A sottolinearlo, in un comunicato, sono Catello e Maria Celentano, genitori della bambina sparita dal Monte Faito, in provincia di Napoli il 10 agosto del 1996. «Il nostro avvocato, Luigi Ferrandino, - aggiungono - raccomanda sempre grande prudenza e assieme ai nostri esperti vaglia ogni minimo dettaglio coinvolgendoci in ogni attività investigativa».

Angela Celentano, l'appello dei genitori

La coppia, oggi, attraverso una nota, ha anche reso noto che, grazie all'associazione statunitense «Missing Angels Org», che ha utilizzato la tecnica della «age progression», ha ottenuto un'immagine della ragazza che corrisponderebbe in maniera quasi reale alle sembianze che Angela avrebbe oggi. Catello e Maria, nel comunicato, ringraziano «tutti coloro che stanno mettendo il cuore nella ricerca di nostra figlia, in primo luogo uno dei massimi esperti in indagini difensive italiani, il penalista napoletano e professore Luigi Ferrandino, il quale sta coordinando il team di esperti che ci coadiuva nella ricerca di nostra figlia, il noto criminologo calabrese Sergio Caruso, e tutte le associazioni che hanno diffuso e continuano a diffondere le immagini di Angela da piccola». La coppia fa anche sapere che sono state create diverse pagine su differenti piattaforme social per la ricerca di Angela: «riteniamo di ripeterne qui gli indirizzi chiedendo ad ogni persona un gesto di forte sensibilizzazione e solidarietà condividendo la age progression che oggi diffondiamo con questo comunicato affinchè si raggiungano i massimi risultati in termini di visibilità: Instagram "Angela.Celentano_official", Tik Tok "angela.celentano", Facebook "Rosa e Naomi per Angela Celentano" . «Chiediamo a tutti - aggiungono i genitori della bimba scomparsa 26 anni fa - di contribuire alla ricerche».

 

Come sarebbe ora, la foto

«In coincidenza con il ventiseiesimo anniversario della scomparsa sul Monte Faito di nostra figlia Angela Celentano, esperti dell'associazione 'Missing Angels Org' con sede in Florida (USA) grazie a uno speciale e avanzato software hanno realizzato una 'age progression' della sua immagine, che corrisponderebbe in maniera quasi reale alle sembianze che avrebbe oggi». Non si arrendono Catello e Maria Celentano, genitori di Angela Celentano, la bimba scomparsa sul Monte Fairo, a Vico Equense, in provincia di Napoli, il 10 agosto del 1996: la famiglia, attraverso un comunicato, fa sapere che, grazie all'ausilio del loro legale, l'avvocato Luigi Ferrandino, hanno ottenuto una foto ritenuta estremamente veritiera della ragazza, che oggi ha 29 anni. La foto è stata già pubblicata su decine e decine di siti web.

«È stata forte la nostra emozione, - fa sapere Catello Celentano - la foto è veramente veritiera, Maria ha pianto vedendola. Per compiere questa progression - sottolineano i genitori - sono stati utilizzati i tratti somatici di tutti i componenti della nostra famiglia, con particolare riferimento alle altre nostre due figlie Rossana e Naomi. Riteniamo che i social siano di fondamentale importanza poichè ci consentono di spingere la ricerca in ogni angolo del pianeta». Catello e Maria fanno sapere di avere affidato il coordinamento del team social a un'esperta del settore, Virginia Adamo, presidente dell'Associazione «Manisco World» e amministratrice del gruppo «Busco mi Familia Biològica» («Cerco la mia Famiglia Biologica», ndr) che si avvale della collaborazione di ben 80 associazioni internazionali grazie alla quale si è raggiunto un accordo con il circuito bancomat ATM che ha pubblicato l'immagine di Angela in decine di paesi di tutto il globo.

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 12:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA