Raymond Burke, il cardinale ricoverato per Covid non è più attaccato al ventilatore: «Sia lodato Gesù Cristo»

Sabato 21 Agosto 2021
Raymun Burke, il cardinale ricoverato per Covid non è più attaccato al ventilatore: «Sia lodato Gesù Cristo»

Il cardinale Raymond Burke, ricoverato dopo esser risultato positivo al Covid, non è più attaccato a un ventilatore e stasera lascerà la terapia intensiva dell'ospedale in Wisconsin, negli Stati Uniti. Ad annunciarlo è il suo staff attraverso il profilo Twitter. «Sia lodato Gesù Cristo!», inizia così il comunicato stampa che informa sul miglioramento delle condizioni del cardinale. Il prelato 73enne è stato un critico dei vaccini, citando anche la falsa notizia che serva ad iniettare un microchip sotto la pelle. Contrario alle mascherine e al distanziamento sociale, Burke risiede a Roma ma ha contratto il covid durante una vista nel suo Wisconsin natale.

 

Raymund Burke, il cardinale scettico sui vaccini ricoverato per Covid: è attaccato a un ventilatore

 

Il cardinale Raymun Burke lascerà la terapia intensiva

«La famiglia del cardinale è lieta di annunciare che Sua Eminenza non è più attaccato al ventilatore e lascerà oggi la terapia intensiva per tornare nella sua stanza d'ospedale - si legge nella nota - Sua sorella ha parlato con lui al telefono questa mattina e Sua Eminenza ha espresso la sua profonda gratitudine per le tante preghiere offerte a suo nome. La sua famiglia ci chiede di continuare quelle preghiere per la sua piena e rapida guarigione, e sono grati a Dio per le eccezionali cure mediche che il Cardinale ha ricevuto dai medici e dagli infermieri devoti che continuano ad assisterlo. Il Santuario di Nostra Signora di Guadalupe ei media del Cardinale forniranno ulteriori aggiornamenti come indicato dalla sua famiglia. Dio vi benedica». 

 

 

Chi è il cardinale Burke

Ex arcivescovo di Saint Louis, Burke è uno dei prelati americani più conservatori. Negò la comunione al candidato democratico John Kerry perché non si opponeva all'aborto e in un'intervista accusò i cattolici che avevano votato per Barack Obama di «collaborare con il male». Si era scagliato contro la possibilità di rendere obbligatori i vaccini contro il Covid, affermando che ciò avrebbe «violato l'integrità dei cittadini». Nominato cardinale da Benedetto XVI, Burke ha poi attaccato la leadership di Papa Francesco. Bergoglio lo ha privato dell'incarico di prefetto del Supremo tribunale della Segnatura apostolica, dandogli la carica cerimoniale di patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 22 Agosto, 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA