Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Curriculum, gli errori da non fare per convincere nei primi 6 secondi

Venerdì 27 Maggio 2022 di Valentina Panetta
Video

Cercare lavoro non è sempre un'impresa facile. Tutto parte dalla creazione di un buon curriculum vitae, un documento di presentazione che, mette in guardia Fabiana Andreani, esperta di orientamento e digital content creator, «non deve essere solo una lista delle proprie esperienze lavorative ma uno strumento di marketing che ci possa portare fino al momento del colloquio». 

«Un recruiter- spiega l'esperta- impiega in media 6-8 secondi per farsi un'idea se valga la pena continuare ad approfondire la conoscenza della persona». Ma dall'inserimento dello stato civile, fino a un layout poco convincente, sono tanti gli errori, molto spesso banali, che possono penalizzare un candidato.

 

Valentina Panetta

Ultimo aggiornamento: 9 Luglio, 14:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA