Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gender reveal party, non solo Nasti e Zaccagni: la festa per rivelare il sesso che viene dagli Stati Uniti (e che tutti vogliono imitare)

Il gender reveal party è stato importato dagli Stati Uniti

Giovedì 19 Maggio 2022 di Costanza Ignazzi
Gender reveal party, cos'è la festa per rivelare il sesso che viene dagli Stati Uniti (e che fa impazzire

Coriandoli, torte colorate, palloncini che esplodono ed euforia collettiva. Il gender reveal party privato di Chiara Nasti e Mattia Zaccagni all'Olimpico (con tanto di mascotte, tiri a porta vuota e scritta "It's a boy" sul maxischermo) infiamma il web e se volessimo "vincere facile" scommetteremmo sull'effetto emulativo da qui ai prossimi mesi. Se non che la festa per rivelare il sesso del nascituro è già tendenza tra influencer e comuni mortali e da qualche tempo Instagram pullula di torte con l'interno rosa, petali colorati che pervadono l'aria e genitori in lacrime (ma in posa) che annunciano ai follower l'arrivo di maschietti e femminucce. 

Zaccagni e Chiara Nasti (ex di Zaniolo) aspettano un bambino: l'annuncio nell'esultanza del biancoceleste

Paola Turani è incinta, l'annuncio su Instagram della modella e influencer: «Niente è impossibile»

La tendenza che viene da Oltreoceano

Un po' come il baby shower, il gender reveal party è stato importato dagli Stati Uniti: la capostipite del genere fu l'influencer Jenna Karvudinis che nel 2008, quando nemmeno il concetto di influencer era ben chiaro, scoprì il sesso della figlia con una torta. In realtà non fu nulla di epico, solo una festicciola di famiglia nel corso della quale dal dolce tagliato uscì un ripieno rosa. Da lì però vip e comuni mortali sembrano essersi un po' fatti prendere la mano, fino ad arrivare ad affittare un intero stadio come i novelli protagonisti delle cronache rosa. «Ho creato un mostro», ha dichiarato la stessa Karvudinis ai più qualche anno fa: «Per carità, smettete di fare questi stupidi party - ha scritto in un post poi diventato virale - smettete di dare fuoco alle cose per comunicare a tutti che vostro figlio ha un pene. Non importa a nessuno tranne a voi».

Gli incidenti

Perché a esplodere durante i gender reveal non sono solo i palloncini. Nel 2021 un futuro papà è morto a New York e suo fratello è rimasto ferito per l'incendio causato da un marchingegno che avrebbe dovuto rivelare il sesso di un bimbo, trasformatosi in un'arma letale. E due persone sono morte quando l'aereo dal quale avrebbero dovuto annunciare di aspettare una bambina si è schiantato a Cancun. Il web pullula di incidenti durante i gender reveal party: ossia quando fare le cose in grande si rivela un'idea devastante.

Gli influencer

Ma il trend continua: ultima in ordine di data l'influencer Paola Turani ha rivelato di aspettare il suo Enea Francesco (dopo aver condiviso con i suoi follower la storia difficile di una gravidanza tanto cercata e sperata) con una festa a tema scritte luminose e coriandoli. Mentre Mariano Di Vaio ed Eleonora Brunacci hanno rivelato di aspettare l'ultima arrivata della loro famiglia (una bimba) a bordo piscina a Porto Cervo, vestiti total white e con tanti palloncini rosa. Cornici da sogno e happening social che sempre più spesso vengono imitati anche da chi ha molti meno follower. Tanto che ormai molti laboratori di analisi si organizzano per rivelare direttamente agli organizzatori di eventi il sesso del bambino, con i genitori che lo scoprono in diretta insieme agli altri parenti. Un momento intimo, che intimo non è più: un po' come tutto il resto di molte gravidanze "social". 

Ultimo aggiornamento: 18:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento