Gino Strada, Costanzo: «Una delle persone migliori che abbia mai ospitato al Maurizio Costanzo Show»

Venerdì 13 Agosto 2021
Gino Strada, Costanzo: «Una delle persone migliori che abbia mai ospitato al Maurizio Costanzo Show»

Sono molte le persone del mondo dello spettacolo e della politica che ricordano con dolore Gino Stradamorto oggi all'età di 73 anni. Tra queste Maurizio Costanzo che lo aveva ospitato più volte nella sua trasmissione di Canale 5. Il Costanzo Show era stato definito dallo stesso Strada «una svolta» per i suoi esordi. Ora il presentatore tv afferma di voler aprire la 40esima edizione dello show a Novembre con un ricordo del medico filantropo scomparso.

 

Gino Strada, il lancio di una campagna al Costanzo Show

 

«Gino Strada arrivò in televisione nel 1993-94, al Costanzo show, per lanciare una campagna contro le mine anti-uomo: era addolorato per le sorti dei bambini del Nord Africa che finivano mutilati. Quella campagna ebbe successo e fu solo la prima di tante». È «fortemente emozionato» Maurizio Costanzo nel ricordare il fondatore di Emergency con il quale ha condiviso tante battaglie in nome dei diritti.

 

Gino Strada, chi è la figlia Cecilia (e perché non era accanto a lui nelle ultime ore)

 

«Nelle varie campagne sostenute dal Maurizio Costanzo show - sottolinea il conduttore - Strada è riuscito a raccogliere 850 milioni: una cifra notevole, che gli ha permesso di aprire ospedali in diverse parti dell'Africa. Ma il risultato ottenuto insieme di cui vado più orgoglioso è la riconversione di una fabbrica di Biella che realizzava mine anti uomo e che iniziò a produrre altro. Ecco, oggi mi piace sottolinearlo».

 

Gino Strada morto mentre il "suo" Afghanistan esplode. «Qui curiamo tutti, civili e talebani»

 

 

 

Nel ricordo di Costanzo, Gino Strada «è stato un uomo che ha fatto del bene al mondo. Il Nobel per la Pace? Ne ha vinti praticamente tanti, considerando i milioni di persone di cui la sua organizzazione umanitaria si è presa cura gratuitamente». Ed è emblematico che sia scomparso nei giorni drammatici dell'avanzata dei talebani alla riconquista dell'Afghanistan: «Kabul era nel suo cuore, è stata sempre un suo punto di riferimento». Sul piano privato, poi, «era molto affabile, carino, molto amico anche nel rapporto interpersonale». A Strada, «una delle persone migliori che abbia mai ospitato nel mio show», Costanzo dedicherà l'apertura della 40/a edizione, al via a novembre su Canale 5: «Nella prima puntata - annuncia - ci sarà un lungo ricordo di Gino». 

 

Gino Strada, Fedez: «Avremmo dovuto incontrarci a settembre...»

 

 

 

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA