Olena Kushnir, uccisa a Mariupol la dottoressa della Guardia nazionale ucraina: aveva perso il marito e messo in salvo il figlio

Domenica 17 Aprile 2022
Olena Kushnir, morta a Mariupol la dottoressa dell'esercito ucraino: era rimasta in prima linea dopo aver messo in salvo il figlio

C'era anche Olena Kushnir, medico della Guardia nazionale ucraina, tra le cento donne in prima linea nella difesa di Mariupol fino alla fine. Sono rimaste tra le fila di chi non ha abbandonato la città, sotto l'assedio russo, testimonia la giornalista Tetyana Danylenko.

Ucraina, la diretta. Kiev: possibile sbarco di forze russe a Mariupol. Cinque bimbi uccisi da trappole lasciate dai soldati

Olena e le altre donne combattenti

Olena Kushnir è morta negli ultimi scontri. Olena era riuscita nei giorni scorsi ad evacuare il figlioletto. Nei primi giorni di guerra aveva perso il marito. A marzo aveva fatto un video in cui testimoniava il martirio della città e chiedeva aiuto all'occidente: «Non compatitemi, sono un medico, una combattente, sono ucraina, faccio il mio dovere», diceva.

 

Secondo le ultime stime, le donne costituirebbero il 15% dell'esercito ucraino. Nelle prime fasi della guerra aveva fatto notizia l'ex Miss Ucraina Anastasiia Lenna che si era unita alla resistenza contro i russi. La modella aveva pubblicato su Instagram gli scatti in cui si mostrava equipaggiata e armata, pronta a rischiare la vita al fianco della resistenza armata. 

 

Ultimo aggiornamento: 19 Aprile, 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA