«Ed è subito sera», l'omaggio del cinema ​Dario Scherillo

di Pasquale Scherillo *

Tratto dall'omonimo romanzo di Tonino Scala, il film «Ed è subito sera» racconta la storia del giovane Dario Scherillo, vittima innocente di camorra, ucciso per sbaglio il 6 dicembre del 2004.

La vita di Dario si intreccia con quella di altri due giovani, il figlio di un magistrato, suo amico, e con quella di un delinquente chiamato 'o muccuso.

Da sfondo alla vicenda la normalità, il quotidiano della famiglia Scherillo, i sogni, i progetti, le speranze del giovane Dario.

Ed è proprio su questo che punta l'attenzione del film: come la delinquenza possa entrare e condizionare la vita di ognuno di noi. L'obiettivo principale è quello di sensibilizzare le coscienze e smuoverle contro l'indifferenza.

Esponenti di spicco del panorama cinematografico hanno patrocinato il progetto, il cast scelto dalla PDR produzioni è formato da Franco Nero, Gianluca Di Gennaro (che interpreta Dario Scherillo), Salvatore Cantalupo, Gaetano Amato, Paco De Rosa, Gianclaudio Caretta, Stefania De Francesco, Simona Ceruti, Alfredo Nuzzo, Ciro Ceruti, Sandro Ruotolo, intervistato sul set dalle telecamere di Fanpage. Lo sceneggiatore è lo stesso Tonino Scala, autore del libro, mentre il regista è Claudio Insegno. Il Comune di Albanella, nella persona di Renato Josca, ha accettato che il film sia girato lì.

E proprio per ricordare Dario, il 6 dicembre scorso gli alunni dei tre istituti del territorio di Casavatore (De Curtis, Croce e Romeo) hanno dato vita ad una manifestazione che ha coinvolto arte, poesia, musica e sport. La Fondazione Polis ha patrocinato l'intero progetto. Al termine della manifestazione è stato presentato il video «Dario», in memoria della giovane vittima. Lo spot, ideato e scritto dalle professoresse Prisco e Fidentea, realizzato dal giovane regista De Simone, vede come attori alcuni alunni dell'IC De Curtis.

* Fratello di Dario, vittima innocente di camorra
Lunedì 18 Dicembre 2017, 10:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP