Berlusconi ignora il silenzio elettorale e attacca i giudici sugli arresti a Palermo: «Giustizia politicizzata»

L'intervento del leader di Forza Italia dopo il voto a Milano

Berlusconi ignora il silenzio elettorale e attacca i giudici sugli arresti a Palemo: «Giustizia politicizzata»
Berlusconi ignora il silenzio elettorale e attacca i giudici sugli arresti a Palemo: «Giustizia politicizzata»
Domenica 12 Giugno 2022, 12:23 - Ultimo agg. 13 Giugno, 10:11
3 Minuti di Lettura

Nel giorno del silenzio elettorale per le amministrative e il referendum, Silvio Berlusconi (che ha votato a Milano) si scaglia contro i giudici: «Questi arresti di candidati un giorno o due prima delle elezioni, potevano anche aspettare due giorni dopo. Questa è sempre la storia della giustizia politicizzata che non è morta», le sue parole a commento di quanto avvenuto in Sicilia. «Potevamo fare un passo avanti con questi referendum», ha concluso.

Berlusconi e Putin: «Gli ho telefonato due volte da inizio operazione, non mi ha mai risposto»

Berlusconi e il referendum

I referendum sulla giustizia, secondo il leader di Forza Italia, «sono stati boicottati con il voto in un giorno solo. Sono stati boicottati con il silenzio assoluto su molti giornali e sulla televisione di Stato». «C'è una volontà precisa di mantenere le cose come stanno - ha aggiunto - e gli italiani che non vanno a votare e se ne stanno a casa. Siamo dei masochisti». «Ho visto i sondaggi e dicono che non arriveremo al 30%. Lo sapevano coloro che ci hanno detto di votare in un giorno solo perché mai si è raggiunto il 50% in un solo giorno - ha concluso -. Questo sarà un ulteriore passo in avanti che non faremo e resteremo nella situazione attuale. Siamo un popolo di masochisti».

 

Il viaggio di Salvini a Mosca

Belrusconi ha fatto quindi anche un cenno al viaggio di Salvini a Mosca: «Si fanno tutte queste discussioni attorno a quello che era un viaggio, teso a dare una mano alla pace», ha proseguito parlando con i giornalisti al termine del suo voto per i referendum a Milano. Sul fatto che la Russia avrebbe anticipato le spese per il viaggio a Mosca di Matteo Salvini poi saltato, Berlusconi ha aggiunto: «Non è così. L'ambasciata russa era intervenuta perché con l'Aeroflot c'erano delle somme in più da pagare e Salvini quando l'ha saputo ha restituito i soldi. Quindi è un caso che non esiste», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA