Crisi di governo, Giorgetti attacca Conte: «Vuole rottura traumatica»

Sabato 10 Agosto 2019

La Lega attacca Giuseppe Conte. «Mi sembra di aver capito che Conte non si voglia dimettere ma voglia andare a una conta in aula e questa è una rottura traumatica», così il leghista Giancarlo Giorgetti è tornato a parlare della crisi di governo ai microfoni del TgR Lombardia convinto che «a questo punto una separazione consensuale era la cosa più ragionevole».

Beppe Grillo non vuole il voto: «No ai barbari». ​Di Maio: «Beppe è con noi»

«Adesso - ha aggiunto il sottosegretario Giorgetti - vedo che volano un pò di stracci e mi dispiace». «Penso che Salvini abbia chiesto a Conte di chiudere in bonis questa avventura» ha aggiunto spiegando che la decisione di non dimettersi ma andare in Parlamento è una «rottura traumatica perché significa che c'è un voto, c'è una spaccatura certificata». «Le separazioni sono di due tipi: giudiziale e consensuale e - ha concluso - ci sarà una separazione giudiziale da parte del Parlamento a questo punto».

Battaglia sulla data delle elezioni

«Bisogna prendere atto della situazione e dare la palla al presidente della Repubblica, come dice la Costituzione. A noi sembra naturale e scontato andare a nuove elezioni - spiega - Prima le elezioni si fanno prima ci sarà un nuovo governo legittimato dal popolo che deciderà cosa fare».
 

Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 00:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA