Crisi di governo, Giorgetti attacca Conte: «Vuole rottura traumatica»

ARTICOLI CORRELATI
1
  • 113
La Lega attacca Giuseppe Conte. «Mi sembra di aver capito che Conte non si voglia dimettere ma voglia andare a una conta in aula e questa è una rottura traumatica», così il leghista Giancarlo Giorgetti è tornato a parlare della crisi di governo ai microfoni del TgR Lombardia convinto che «a questo punto una separazione consensuale era la cosa più ragionevole».

Beppe Grillo non vuole il voto: «No ai barbari». ​Di Maio: «Beppe è con noi»

«Adesso - ha aggiunto il sottosegretario Giorgetti - vedo che volano un pò di stracci e mi dispiace». «Penso che Salvini abbia chiesto a Conte di chiudere in bonis questa avventura» ha aggiunto spiegando che la decisione di non dimettersi ma andare in Parlamento è una «rottura traumatica perché significa che c'è un voto, c'è una spaccatura certificata». «Le separazioni sono di due tipi: giudiziale e consensuale e - ha concluso - ci sarà una separazione giudiziale da parte del Parlamento a questo punto».

Battaglia sulla data delle elezioni

«Bisogna prendere atto della situazione e dare la palla al presidente della Repubblica, come dice la Costituzione. A noi sembra naturale e scontato andare a nuove elezioni - spiega - Prima le elezioni si fanno prima ci sarà un nuovo governo legittimato dal popolo che deciderà cosa fare».

 
Sabato 10 Agosto 2019, 20:15 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 00:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-08-11 13:47:47
Giorgetti, tu sei l'unico politico della lega,figuriamoci gli altri.Volevi un passaggio senza traumi?dovevate dimettervi tutti insieme guidati dal capitone.Non hai ancora capito che che vi hanno messi in condizioni di togliere il disturbo da soli?Siete stati infinocchiati a dovere,impacchettati e rispediti in padania.M5s+PD e' stato tutto pianificato,poveri farlocchi.

QUICKMAP