Covid alla Camera, Lorenzin positiva. Corre la paura: «Ora facciamo tutto su Zoom?»

Lunedì 5 Ottobre 2020 di Mario Ajello

Serve il voto da remoto per i provvedimenti in aula. Serve fare le discussioni in commissione via Skype, via Zoom, via telefonino, via pc, via i-pad, serve salvarci la vita. La paura bipartisan impazza a Montecitorio e non c’è quasi più un parlamentare di destra o di sinistra che anno ai sfoghi così: «Ma perché dobbiamo infettarci tutti quanti?». L’annuncio di Beatrice Lorenzin sta gettando tutti nel panico al Camera. «Sono risultata positiva al #Coronavirus. Comincio le cure. Grazie all’aiuto di #medici e #infermieri sono sicura che vincerò!». Ecco il tweet della deputata Pd ed ex ministro della salute.
 


Lei conferma a chi la chiama:
«Non so come l'ho preso». E il presidente della commissione Bilancio, Melilli, ha sconvocato la seduta odierna. Apprensione anche tra i deputati venuti a contatto col sottosegretario Merlo che a sua volta è risultato positivo al Covid. Anche la Corte costituzionale rinuncia all'udienza di domani causa virus. Ormai anche le massime istituzioni della Repubblica tremano. Montecitorio ormai è un focolaio, la Camera è un cluster. Tutti i membri della commissione Esteri si stanno precipitando a fare i tamponi. «Te il sierologico lo hai fatto al dito o al braccio?», ci si interpella così nei corridoi del palazzo. E ci di risponde anche così: «Al dito, al braccio, più i tamponi nel naso. Ma ho una strizza blu comunque». A Montecitorio stamane per prendere un ascensore attese anche si 20 minuti, perché solo corse le corse singole sono sicure. Il presidente Fico deve darsi una mossa, la vita ormai è tutta elettronica e da remoto, solo qui siamo rimasti all’Ottocento: questo l’umore generale. Ammalarsi per la patria su può, ma non si deve.

Covid, Lorenzin positiva. Paura cluster alla Camera: quattro positivi anche a Corte Costituzionale

Coronavirus, Andrea Orlando: «Sono in quarantena, ho preso aereo con un malato Covid»

© RIPRODUZIONE RISERVATA