Abusi sessuali sulle figlie: condannato pastore evangelico

Venerdì 8 Aprile 2022
Abusi sessuali sulle figlie: condannato pastore evangelico

È stato condannato a sei anni dal Tribunale di Cassino l'uomo accusato di avere abusato per anni delle tre figlie nel sud pontino. Il processo si è svolto con rito abbreviato, condizionato alla testimonianza di una delle figlie che non era stata ascoltata in passato. Al termine della requisitoria il pubblico ministero aveva chiesto 8 anni di carcere, mentre il giudice ha deciso per 6 riconoscendo che la violenza è avvenuta soltanto su due delle figlie e non tutte e tre. Si chiude così, in primo grado, una vicenda terribile relativa a un pastore della comunità evangelica.

Video

Vicenda resa nota all'indomani dell'arresto dell'uomo - 51 anni - nel maggio del 2021, fermato in Scozia dove si era rifugiato nel tentativo di sfuggire alla cattura. A dire il vero alla fine del 2019 una delle figlie si era decisa a denunciarlo, così lui aveva preferito allontanarsi. La polizia però stava già seguendo i suoi spostamenti e - con la collaborazione dei colleghi scozzesi - l'aveva fermato nei pressi di Edimburgo in esecuzione di un mandato di arresto europeo. Doveva rispondere di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti in famiglia. Un'orribile storia di bambine, poi diventate ragazze, costrette a subire gli appetiti sessuali degenerati del padre. Abusi perpetrati in un clima di omertà dei familiari, a cominciare dalla moglie, fino a quando una delle figlie non ha deciso di rivolgersi alla giustizia. Una famiglia tutta casa e religione. Almeno all'apparenza poiché gli abusi si sono consumati a partire dal 2009 e fino alla denuncia della figlia che raccontò in lacrime di essere stata obbligata a «fare il riposino pomeridiano con lui, durante il quale, in assenza della madre» ne abusava. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA