Rissa alla sala giochi per uno sguardo, 15enne accoltellato: è grave

Rissa alla sala giochi per uno sguardo, 15enne accoltellato: è grave
Rissa alla sala giochi per uno sguardo, 15enne accoltellato: è grave
Martedì 23 Agosto 2022, 09:32 - Ultimo agg. 14:25
3 Minuti di Lettura

Choc nel milanese, a Busnago, dove all'esterno di un centro commerciale un ragazzino di 15 anni è stato aggredito a coltellate ed è ora ricoverato in terapia intensiva all'ospedale San Gerardo di Monza. Il giovane è stato trovato riverso a terra in una pozza di sangue all'interno della sala giochi del centro commerciale, con una ferita all'altezza del diaframma: ad accoltellarlo sarebbe stato un ragazzo di 27 anni, che è stato arrestato dai carabinieri.

Ladispoli, ragazzino di 15 anni pestato dal branco in un parco di notte: naso e polso fratturati

Secondo le prime testimonianze raccolte dai militari, scrive l'ANSA, i due ragazzi non si conoscevano: all'improvviso il minore, proveniente da un confinante comune della provincia di Milano, forse infastidito dall'essere fissato dall'altro ragazzo, ha iniziato a minacciarlo, e i due sono passati rapidamente alle mani. Dopo una rapida sequenza di scambi di calci e pugni, il minore è stato colpito all'addome e si è rifugiato all'interno della sala giochi accasciandosi al suolo, mentre il suo aggressore è salito in macchina e si è allontanato rapidamente. Il tutto sotto lo sguardo di circa una quindicina di ragazzi.

Le immagini

La scena è stata immortalata dalla telecamera presente all'esterno che ha ripreso anche la targa dell'auto dell'aggressore, identificato come un 27enne residente nella provincia lecchese. I militari della Compagnia di Vimercate lo hanno rintracciato e fermato un attimo prima di rincasare. Bloccato e perquisito, oltre all'arma del delitto nascosta nell'elastico dei boxer, un coltello a serramanico, in tasca aveva anche 2 dosi di cocaina da circa 0.5 grammi l'una. Inoltre, in casa deteneva senza autorizzazione due cartucce per pistola una cal. 7.65 e l'altra 9X21. Il ragazzo, che risulterebbe in cura presso il Centro Psico Sociale, già in passato era stato sorpreso in possesso di un taser. Il 27enne ora è in carcere a Monza in attesa di rispondere dei reati di tentato omicidio aggravato dai futili motivi, porto di oggetti atti ad offendere e detenzione abusiva di munizioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA