Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ahmed, 15 anni, scomparso da giovedì. L'ultimo messaggio: «Torno morto o mi fanno male»

Domenica 24 Aprile 2022
C'è tanta paura per la scomparsa del 15enne Ahmed Jouider che, da giovedì sera, ha fatto perdere le sue tracce dopo aver lasciato un messaggio alla fidanzata

Sono ore di apprensione a Padova per la scomparsa di Ahmed Jouider, 15enne di origini marocchine, di cui non si hanno più notizie da giovedì sera. Il ragazzo si è allontanato dalla sua casa a Mortise, dove vive con la mamma e la sorella maggiore, intorno alle 22. Le ha salutate dicendo di stare tranquille e dichiarando il suo bene per loro, poi, a bordo della sua bici rossa è uscito di casa. A mezzanotte ha spento il telefono, ma prima di farlo ha mandato un sms all'ex fidanzata per confidarle di essere in pericolo e di essere stato minacciato. «Tornerò morto o mi faranno male» avrebbe detto alla giovane. 

Leggi anche > Esce per un allenamento in bici da corsa: Angelo travolto e ucciso da un'auto

Il ragazzo temeva evidentemente per la sua incolumità e le ha detto addio, poi non ha più fatto avere sue notizie. Non si conoscono i problemi che lo tormentavano o i guai in cui si era cacciato, ma non vedendolo rincasare quella sera, i familiari si sono rivolti alle forze dell'ordine. La sorella ha dichiarato al Corriere della sera: «Abbiamo scoperto che non aveva visto gli amici, ma aveva mandato dei messaggi alla ex fidanzatina, una ragazza di Cadoneghe che noi non abbiamo mai conosciuto, e sulle 23.00 le ha scritto e mandato dei messaggi vocali lasciando intendere di temere qualcosa o qualcuno. Sembrava spaventato, non sapevamo che ci fosse qualcuno che gli volesse fare del male, non parlava molto ma era un ragazzo tranquillo. Sempre buone compagnie, mai un problema, frequentava il Bernardi, in casa ci sera sembrato normale». Ma ci sono altri messaggi dati alla famiglia, che potrebbero far pensare ad un allontanamento volontario: «Poco prima di mezzanotte mi ha scritto sul cellulare di non preoccuparci e che ci voleva bene».

Sui social network sono impazzati gli appelli per trovare il ragazzo: quando è uscito di casa indossava una felpa nera con una banda grigia e pantaloni della tuta neri. La bici è un vecchio modello, rossa e con il cestino. Per qualsiasi informazione utile è possibile contattare il numero 3884286326.

Ultimo aggiornamento: 21:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA