Alta velocità, tra 7 anni
Roma-Bari in 3 ore

di Francesco Pacifico

0
  • 302
Ci vorranno almeno 7 anni per andare in treno da Roma a Bari in tre ore e dalla Capitale a Reggio Calabria in quattro. Si dovrà aspettare fino al 2026 per unire la linea nazionale dell'alta capacità (che si ferma a Battipaglia) ai binari delle due dorsali dell'estremo Mezzogiorno. Eppure su queste due linee si viaggerà a una velocità ridotta rispetto al resto del Paese: in pochi punti si potranno raggiungere i 250 chilometri orari, altrimenti la media sarà di 200 chilometri. In ogni caso lontano dai 300 chilometri all'ora che si toccano fino a Napoli. Il governo rischia di cadere sul pezzo dell'alta velocità tra Torino e Lione che passerà per la Val di Susa. La struttura di missione del ministero delle Infrastrutture che valuta i costi e benefici delle grandi opere - cioè la stessa che ha appena bocciato la Tav in Piemonte - deve dare una sua valutazione anche sull'alta velocità tra Brescia e Padova. Ma nonostante le distanze politiche e ideologiche sul capitolo infrastrutture tra Cinquestelle e Lega, mai nessuno in maggioranza ha messo in discussione le più importanti opere da realizzare nel Mezzogiorno. Eppure questo non vuol dire che tutto fili lisci come previsto e che non manchino polemiche.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 14 Gennaio 2019, 09:48 - Ultimo aggiornamento: 14-01-2019 18:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP