Roma, ambulanza si ribalta dopo scontro con un'auto: ci sono feriti

Roma, ambulanza si ribalta dopo scontro con un'auto: ci sono feriti
Lunedì 31 Gennaio 2022, 17:24 - Ultimo agg. 23:33
3 Minuti di Lettura

Tragedia sfiorata nella notte a Roma, dove un'ambulanza si è ribaltata dopo essersi scontrata con un'auto. L'incidente è avvenuto poco prima delle 2, all'incrocio tra via Prenestina e via di Tor de Schiavi. Secondo quanto apprende agenzia Nova, il mezzo di soccorso stava rientrando in postazione da un intervento, quindi senza paziente a bordo, quando si è scontrata con un'altra vettura. Un impatto violento che ha causato il ribaltamento del mezzo 118 e il ferimento, anche se in maniera non grave, sia del personale di soccorso che della conducente dell'auto. Indagini in corso per accertare le cause di quanto accaduto.

Leggi anche > Roma, Veronica trovata morta in casa in pieno centro: probabile abuso di farmaci e droghe


Sul mezzo coinvolto nello scontro c'era anche il delegato Ugl del 118 Lazio Massimiliano Scermino. Lo riferisce l'Ugl Salute che esprime vicinanza e sostegno. «Ringraziando il cielo - scrive Ugl Salute - non ci sono state gravi conseguenze per gli operatori coinvolti. In attesa di sapere gli esiti dei rilievi effettuati occorre ancora una volta evidenziare quello che abbiamo denunciato più volte, autombulanze bloccate ore davanti ai nostri pronto soccorso con colleghi molto provati e stremati da oltre due anni di pandemia. La sicurezza sui posti di lavoro è una battaglia di tutta la nostra organizzazione e questa fortunatamente è un'altra tragedia sfiorata».

Il rammarico di Fabrizio Ghera

«Esprimo la mia vicinanza all’equipaggio del 118 coinvolto questa notte in un incidente con ribaltamento dell’ambulanza, risoltosi fortunatamente senza gravi conseguenze. Aspettando che siano appurate le circostanze, voglio sottolineare come il fermo protratto delle ambulanze nei Pronto Soccorso renda ancora più faticoso e stressante il lavoro degli operatori, già messi a dura prova da due anni di emergenza pandemica. Oltre ad incrementare le sofferenze dei pazienti, i molti mezzi fermi negli ospedali, riducono e ritardano altre operazioni di soccorso rendendo più complicati e rischiosi gli interventi, limitando le condizioni di sicurezza ed accentuando il disagio del personale. Una situazione che si ripete ad ogni nuova ondata del virus e dimostra come la Sanità del Lazio non abbia affatto risolto criticità gravi come la mancanza di posti letto e finanche di barelle, la carenza di personale nei Pronto Soccorso, l’insufficienza di mezzi soccorritori.» Così in un comunicato Fabrizio Ghera capogruppo di Fdi alla Regione Lazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA