Farmaci tossici e sbiancanti per la pelle
I nigeriani spacciavano prodotti cinesi

Farmaci tossici e sbiancanti per la pelle I nigeriani spacciavano prodotti cinesi
Venerdì 6 Dicembre 2013, 16:17 - Ultimo agg. 16:23
1 Minuto di Lettura
La Finanza segue due nigeriani e scompre maxi deposito di medicinali cinesi vietati. Gli sviluppi dell'operazione "Spectrum" della Guardia di finanza di Ancona, che il mese scorso aveva portato al sequestro di oltre 180.000 prodotti con marchio falso, tra cosmetici, medicinali e accessori provenienti dalla Cina, hanno consentito di scoprire altri 315mila prodotti della stessa tipologia contraffatti e pericolosi per la salute.



In un deposito a Chiaravalle, nella disponibilità di due cittadini nigeriani e di una società di import-export, già individuati nelle precedenti indagini, sono stati rinvenuti 14.429 cosmetici, 1.648 medicinali e 3.184 accessori, oltre a documenti utili all'inchiesta. Seguendo gli spostamenti dei due indagati, i finanzieri sono risaliti a un altro deposito, a Morro d'Alba, dove erano stipati numerosi cartoni e confezioni sfuse contenenti oltre 115.000 prodotti contraffatti per lo sbiancamento della pelle, la cura delle dermatiti, la tintura dei capelli e, in generale, per trattamenti della pelle.



In alcuni prodotti è già stato riscontrato l'utilizzo di sostanze pericolose, presenti in quantità superiori a quelle tollerate e previste dalle norme italiane e europee.