Schianto in auto contro un tir, Andrea si è svegliato dal coma. «Un miracolo»

Lunedì 24 Gennaio 2022
Dopo il grave incidente che ha gettato Andrea in coma, ora il gioielliere di Mantova si è risvegliato

Ricoverato in gravissime condizioni dopo l'incidente d'auto di venerdì 21 gennaio sulla A4, ora sembra che Andrea Piccinini, sia cosciente. Il 53enne, titolare dell'omonimo negozio di piazza Marconi, a Mantova, riesce nuovamente a parlare, ma secondo quanto riferisce la moglie Alessandra alla Gazzetta di Mantova, non ha ancora potuto ricevere visite. Un vero e proprio miracolo, dato che le condizioni in cui era stato ricoverato dopo lo schianto erano molto gravi.

 

Leggi anche - Incidente nel bresciano, chi erano le vittime: nessuno aveva la patente. Lo schianto con l'auto di un amico

 

La compagna resta quindi in attesa presso il reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Borgo Trento di Verona. 

Il gioielliere, che ha riportato un severo trauma cranico, era rimasto ferito nell'incidente avvenuto poco dopo le 23.00 sull'autostrada A4 all'altezza di Sommacampagna, in direzione Venezia. La sua Porsche Carrera avrebbe tamponato un tir e si sarebbe capovolta.

Sul posto è intervenuto il personale del 118, i vigili del fuoco di Verona e la polizia autostradale di Verona Sud. L'incidente è avvenuto dopo che Andrea aveva passato la serata a cena sul lago di Garda in compagnia di un amico, per poi salire in auto e fare ritorno a casa.

La dinamica dell'incidente è in corso di ricostruzione. Si ipotizza che al momento del sinistro stradale ci fosse nebbia fitta. Il 53enne è stato estratto vivo dall'abitacolo dell'auto, ma in gravi condizioni:  intubato sul posto, è stato trasferito in ospedale. La vettura, invece, risulta quasi del tutto distrutta.

Andrea Piccinini ha riportato anche una serie di ferite importanti su tutto il corpo. Per questo è stato tenuto in coma farmacologico per un giorno e poi lentamente risvegliato.

Ultimo aggiornamento: 14:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA