Anziana azzannata da due cani di famiglia a Cassino, intervento d'urgenza evita amputazione del braccio

Mercoledì 8 Dicembre 2021
Anziana azzannata da due cani di un parente, ricoverata d'urgenza una 83enne

Aggredita da due cani di famiglia: pranzo dell'Immacolata choc per una famiglia del cassinate.
È successo a Sant'Elia Fiumerapido, dove una ottantatreenne del posto è finita sotto le zanne di due molossoidi di grossa taglia, soccorsa è stata portata in ospedale a causa delle ferite multiple riportate alle gambe e alle braccia. Nessuno sa darsi una spiegazione per quanto avvenuto, perché i due cani mai prima di ieri avevano dato segni di aggressività.

Stando alla primissima ricostruzione fatta dai carabinieri della stazione di Sant'Elia e dai colleghi della compagnia di Cassino, subito dopo pranzo la donna sarebbe uscita dall'abitazione di famiglia, che si trova alle porte del centro del cassinate, per qualche passo in giardino. Nel giro di poco, però, le urla strazianti di dolore provenienti dall'esterno della casa hanno richiamato l'attenzione dei parenti. Tutti si sono precipitati all'esterno ed stata terribile la scena che si sono trovati di fronte: i due cani di grossa taglia tenevano strette tra le zanne affilate le braccia e le gambe della donna. Immediatamente i due cani sono stati allontanati, mentre la pensionata è rimasta a terra.


Ci sono stati momenti di grande paura, ma i presenti non hanno perso un minuto nel mettere in moto la macchina dei soccorsi sanitari. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 i quali hanno tamponato le ferite riportate dall'anziana e ne hanno disposto il trasporto al vicino ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Qui è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico ad un braccio. È sempre stata vigile e cosciente, per cui non è in pericolo di vita. Nella serata di ieri i sanitari dell'ospedale Cassinate ne hanno valutato il trasferimento in un nosocomio romano. Come avviene in questi casi, i carabinieri hanno informato i veterinari dell'Asl di quanto avvenuto, per cui si procederà a valutare la pericolosità dei due cani. Nel frattempo, gli animali sono stati trasferiti in un canile dove vi rimarranno per dieci giorni, nel corso dei quali verrà valutata la loro aggressività.

Per ora, tuttavia, provvedimenti non ne sono stati adottati perché i cani sono regolarmente detenuti ed erano all'interno di una proprietà privata. Ricostruzione a parte, l'accaduto ha destato molta preoccupazione.


Tante le persone che hanno espresso vicinanza alla famiglia, tra esse il sindaco di Sant'Elia Fiumerapido, l'avvocato Roberto Angelosanto. «Quanto accaduto ha colpito l'intera comunità. Ora la cosa importante è lo stato di salute della nostra concittadina. Dalle informazioni in mio possesso posso dire che è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico ad un braccio, per cui invio all'anziana gli auguri di pronta guarigione», sono state le parole del primo cittadino.

Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 08:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA