Armi da guerra e traffico di droga, 27 arresti tra Salento e Albania

ARTICOLI CORRELATI
Dalle prime luci dell’alba oltre 100 militari del comando provinciale di Lecce e del Servizio centrale investigazione criminalità organizzata di Roma della Guardia di Finanza, coordinati dalla Direzione nazionale antimafia e dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce, sono impegnati in una vasta operazione antidroga, in Italia e in Albania,  a carico di 27 persone (di cui 21 albanesi e 6 italiani) responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla produzione ed al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
Le indagini, durate quasi due anni, hanno permesso di identificare e catturare gli appartenenti a quattro distinti gruppi criminali italo albanesi, con basi operative nella provincia di Lecce e ramificazioni in altre regioni italiane (Calabria, Toscana, Emilia Romagna, Sicilia, Liguria, Lombardia), tutti responsabili di traffico internazionale di stupefacenti, detenzione ed introduzione nel territorio nazionale di armi e munizioni da guerra.
I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di un incontro con la stampa che si terrà a Lecce presso gli uffici della Procura Generale alle ore 11.15, alla presenza del procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero de Raho, del prcuratore della Repubblica di Lecce, del comandante regionale Puglia e del comandante del Servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata della Guardia di Finanza.
Martedì 12 Febbraio 2019, 07:23 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2019 12:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP