Pazzo d'amore per la barista: lei lo denuncia per stalking, lui finisce in carcere

Giovedì 13 Agosto 2020 di Matteo Bianchini
Continua a molestare una barista nonostante una denuncia per stalking: 54enne di Giulianova finisce in carcere. Aveva perso completamente la testa per una ragazza di Alba Adriatica che da qualche tempo lavorava in un bar della città. I suoi comportamenti le stavano rendendo la vita impossibile, ma nonostante una denuncia e una segnalazione in prefettura dei giorni scorsi da parte dei carabinieri di Alba Adriatica, l'uomo non aveva cambiato le sue deplorevoli condotte, anzi, era tornato a frequentare assiduamente il bar continuando con le molestie nei confronti della giovane.

Lo stalker non esitava a mettere in scena vere e proprie piazzate di gelosia scagliandosi contro gli altri avventori del bar ricoprendoli di insulti e pesanti minacce. Spesso, quando arrivava nel bar, già in evidente stato di ebrezza, tentava insistentemente di approcciare la ragazza e in più di un’occasione la situazione era diventata talmente incandescente quasi al limite del surreale. Anche perché qualche cliente, che spesso interveniva in difesa della barista, veniva puntualmente aggredito verbalmente con pesanti minacce di morte. Il 54enne, in una circostanza, aveva anche tentato di impossessarsi di un coltello lasciato sul bancone per cercare di intimorire i presenti.

La delicata vicenda aveva creato nella povera ragazza un perdurante stato di ansia e facendola iniziare a temere seriamente per la propria incolumità, tanto da vedersi costretta a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita per provare a sfuggire ai continui pedinamenti dello stalker. Una situazione che si stava trasformando, giorno dopo giorno, in un vero e proprio incubo tanto da spingere la vittima a recarsi nella caserma di Alba Adriatica per denunciare il tutto. I militari, raccolta la denuncia e dopo aver ascoltato le numerose testimonianze dei clienti presenti nel bar, avevano inviato un dettagliato rapporto in procura e il gip, Marco Procaccini, dopo aver accolto le richieste del p.m, Francesca Zani, nella giornata di ieri ha emesso un'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti del 54enne. L’uomo, dopo essere stato rintracciato a Giulianova, è stato dichiarato in stato di arresto e, dopo tutte le formalità di rito, trasferito nella casa circondariale di Castrogno dove si trova ora rinchiuso a disposizione della magistratura. Ultimo aggiornamento: 10:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA