Cluster dopo un pellegrinaggio ad Assisi, 24 positivi: contagio originato da una persona vaccinata (ora in terapia intensiva)

Giovedì 16 Dicembre 2021
Cluster dopo un pellegrinaggio ad Assisi, 24 positivi: contagio originato da una persona vaccinata (ora in terapia intensiva)

Incubo contagi in provincia di Treviso dove un gruppo di pellegrini ha contratto il virus durante il pellegrinaggio ad Assisi. Un cluster a Pieve di Soligo (Treviso) composto attualmente da 92 persone, di cui 24 positivi, 3 casi sospetti e 65 contatti stretti, è stato individuato dal Dipartimento di Prevenzione dell'Ulss 2, in relazione al monitoraggio Covid-19. Il cluster è correlato ad un viaggio ad Assisi effettuato la scorsa settimana: buona parte delle persone hanno viaggiato a bordo di due pullman, sedici quelle che hanno raggiunto l'Umbria con auto propria. Il caso indice, da cui avrebbe avuto origine il cluster, è ricoverato in Terapia Intensiva.

 

Roberta Salimbeni, prof No vax a Fabriano: «Sto a casa da 3 mesi, non faccio test né vaccino. Ricevo minacce e insulti»

 

È un uomo che aveva già completato il ciclo primario del vaccino, e non un no vax, come riferito in un primo tempo dall'Uls 2 di Treviso, la persona ricoverata in terapia intensiva dopo il cluster di Covid scoppiato durante un pellegrinaggio ad Assisi. «Nella congestione dei primi momenti - spiega il direttore Francesco Benazzi - mi era stata descritta come persona 'non vaccinatà, in realtà i sanitari si riferivano alla terza dose, non ancora fatta. Un nostro errore di cui ci scusiamo». L'uomo, un trevigiano di 78 anni, pur necessitando per le funzioni vitali della intensiva non sarebbe in condizioni critiche.

 

Covid, vaccinazione bambini decisiva impennata contagi, ma ecco perchè l'Umbria resta bianca

 

Tra i partecipanti vi sarebbe anche il parroco organizzatore del viaggio, alla guida di una comunità di una frazione di Conegliano (Treviso). Le persone iscritte, tutte adulte, secondo la Ulss 2 «vaccinate e non», sono in quarantena. In isolamento sono anche i 64 contatti stretti, ossia congiunti dei 24 positivi e dei tre casi sospetti, mentre si attende l'esito dei test sui gitanti rimanenti.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA