Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Prelevava con la carta carburanti dell’azienda, spariti 12mila euro: un arresto

Domenica 20 Marzo 2022
Prelevava con la carta carburanti dell azienda, spariti 12mila euro: un arresto

Si è impossessato della carta carburanti della ditta di autotrasporti per cui lavora ed ha fatto prelievi a vari distributori per 12 mila euro. Con quello che costa di questi tempi benzina e diesel ha davvero incamerato oro. Scoperto dai carabinieri della compagnia di Atessa l’altra sera è stato arrestato, e posto ai domiciliari, Salvatore M., 33 anni, di Pescara. L’accusa è furto aggravato. I prelievi di gasoli, una quarantina in tutto, andavano avanti dallo scorso fine novembre. L’indagato, difeso dall’avvocato Alessandra Michetti, riforniva la sua auto Dacia Duster e poi riempiva delle taniche di plastica. Con l’ultimo rifornimento, quando è stato bloccato e identificato, aveva fatto incetta di 477 euro di carburante. L’indagine è scattata a seguito di denuncia di furto della carta carburanti da parte della ditta atessana EcoEridiana che si occupa di smaltimento di rifiuti e che ha acquisito la Maio srl. I militari sangrini, coordinati dal tenente Federico Ciancio, a capo del Norm, si sono messi subito sulle tracce del ladro di gasolio ricostruendo tutte le transazioni fatte alle pompe con la carta carburanti rubata. I furti di gasolio sono avvenuti in molti distributori della provincia di Chieti oltre che ad Atessa. L’arresto del pescarese è avvenuto mentre era intento a concludere l’ennesimo e, stavolta, ultimo prelievo di gasolio al distributore IP.

Ultimo aggiornamento: 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA