Roma, balli e video su TikTok mentre guida l’autobus: Atac licenzia l'autista influencer

Domenica 23 Maggio 2021 di Lorenzo De Cicco
Roma, balli e video su TikTok mentre guida l autobus: Atac licenzia l'autista influencer

Balletti finiti. Almeno al volante dei bus Atac. La società dei trasporti del Campidoglio ha deciso di mettere alla porta l’autista-influencer che per il piacere dei suoi 5.850 seguaci su TikTok pubblicava goliardate e gimkane alla guida dei mezzi pubblici, deridendo con linguacce e sberleffi gli utenti che le chiedevano di non distrarsi. Lei si è difesa, prima provando a ridimensionare la pericolosità della condotta: «Non capisco, non ho fatto male a nessuno». Come se fosse prudente guidare col cellulare in mano un torpedone da 14 tonnellate e passa. Poi ha giocato la carta-malattia, spedendo alla commissione disciplinare un certificato, firmato da uno psicologo, in cui viene definita «dipendente da smartphone». Insomma, un caso di nomofobia, la paura di restare disconnessi dal mondo. Atac a quanto pare non ci ha creduto e così, chiusa l’indagine interna con le contro-deduzioni dell’interessata, è pronta a far partire la lettera di licenziamento. Questione di giorni. 

L’autista, assunta da un anno, era già stata sospesa dalla paga e dal servizio alla fine di febbraio quando, come raccontato dal Messaggero, era stata sorpresa a pubblicare decine e decine di video sul social cinese ultra-popolare tra i giovanissimi. Bravate a volte molto rischiose, per un pugno di like e commenti. Come quando schiacciava sull’acceleratore arrivando a un passo dagli archetti parapedonali in curva, per poi deviare all’ultimo secondo. Canzone abbinata al filmato: la Notte vola della Cuccarini. Tra le esortazioni sconsiderate dei follower e una pioggia di cuoricini di approvazione, qualche utente l’ha rimproverata, dicendosi preoccupato per le conseguenze della guida distratta. «I tuoi video sono passabili di denuncia visto l’uso del cellulare alla guida di un mezzo pubblico, li farò vedere a chi è di competenza». Risposta dell’autista: «Chicchiricchì» e a seguire l’emoticon della risata a crepapelle e uno smile con linguaccia. Altro commento: «Ci fai pure la simpatica? Poi succedono incidenti e ti credo!». Rimbrotto subito ripubblicato dall’ex dipendente Atac, con risposta beffarda a corredo: segno dello Shaka e un’altra linguaccia. 

Video

Alcuni filmati, quando la notizia è venuta fuori, sono stati cancellati dalla conducente. Ma l’Atac ne aveva fatto copia in un server, per sfruttarli durante il procedimento. In un video l’autista-influencer si divertiva ad aprire e chiudere la porta d’entrata per i passeggeri, proprio accanto alla cabina di guida: «Apri-chiudi, apri-chiudi, apri-chiudi... stiamo facendo il gioco delle tre carte!», commenta, mentre le ante sbattevano all’impazzata. In un altro post ancora, aggiungeva in sottofondo una musica da club per ironizzare sul sovraffollamento dei bus, dove certe volte ci si accalca più che nelle discoteche. A un utente che le chiedeva: «Non ti stufi di fare i TikTok?», rispondeva con una smorfia e il filtro da pagliaccio: «No!». Ma l’Atac si è stufata di lei. Adesso potrà fare i balletti a tempo pieno, lontano dal bus.

Ultimo aggiornamento: 14:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA