Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bambina ucraina di 5 anni fuggita dalla guerra muore investita da un'auto in Calabria

Domenica 20 Marzo 2022
Bambina di 5 anni fuggita dalla guerra in Ucraina muore investita in Calabria

Una bambina ucraina di 5 anni, arrivata da alcuni giorni in Italia con la famiglia in fuga dalla guerra, è morta dopo essere stata investita da un'auto in località «Cantorato», nella periferia di Crotone. La bambina stava camminando sul ciglio della strada insieme ad una cugina e ad un conoscente di quest'ultima, che è rimasto ferito in modo non grave. La piccola è morta sul colpo. Il conducente della vettura che ha investito la bambina, un uomo di 45 anni, dopo l'incidente si é fermato ed é stato lui stesso a tentare di prestarle soccorso, ma per la piccola non c'é stato nulla da fare.

L'incidente a Crotone

L'incidente é avvenuto in una strada secondaria. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando provinciale di Crotone, che hanno avviato gli accertamenti per ricostruire quanto é accaduto. Il conducente dell'auto investitrice é stato portato in ospedale per accertare se le sue condizioni fisiche fossero compatibili con la guida dell'auto. Il 45enne, in particolare, é stato sottoposto ad esami etilometrici. Nella zona in cui si é verificato l'incidente l'illuminazione pubblica é sufficiente e regolarmente funzionante.

I casi di Genova e Roma

Un altro incidente è avvenuto ad oggi ad un altro piccolo profugo. Un bimbo ucraino di 4 anni, appena arrivato a Genova con uno dei viaggi organizzati da associazioni umanitarie e ospite di una famiglia genovese, è caduto stamani da una passerella alta circa 4 metri. È successo nel quartiere genovese di Albaro. Sul posto è intervenuto il 118 con l'automedica: il piccolo è stato stabilizzato e trasferito in codice rosso all'ospedale pediatrico Gaslini. Non sarebbe in pericolo di vita. Tre giorni fa una rifugiata è morta davanti ai due figli piccoli appena arrivata a Roma. È morta per un malore poco dopo esser scesa dal pullman che l'aveva portata nella Capitale e via dalla guerra in Ucraina. La vittima di 46 anni, arrivata in piazzale 12 ottobre, in zona Colombo, poco dopo essere scesa dal bus si è accasciata a terra rimanendo cosciente per qualche minuto. I passanti hanno subito allertato il personale del 118 che una volta sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. I bambini sono stati trasferiti in una struttura di accoglienza. 

Ultimo aggiornamento: 21 Marzo, 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA