Bambino italo-marocchino a scuola: «Vado in Siria, mi faccio esplodere per Allah»

Martedì 21 Gennaio 2020
Bambino di 11 anni a scuola: «Vado in Siria, mi faccio esplodere per Allah». Esplode la gogna social
Un bambino di appena 11 anni avrebbe detto di voler «andare in Siria» e addirittura di farsi «esplodere nel nome di Allah»: accade in Veneto, dove i Carabinieri stanno effettuando accertamenti su alcune frasi attribuite all'undicenne, di famiglia marocchina ma residente nel veneziano e alunno di una scuola primaria.

Secondo quanto riporta oggi La Nuova Venezia, le parole del bambino sarebbero state riferite alla madre da una compagna di classe dell'undicenne, che le ha pubblicate sul suo profilo Facebook esponendola così ai commenti dei suoi contatti social. «Mi auguro non capisca cosa dice ma purtroppo cresce in un ambiente di odio verso chi lo ospita», le parole della donna nel suo post, riferendosi al bambino, che vive con i fratelli e con la mamma, mentre il padre lavora in Francia.

«Andrò in Siria a combattere, dove c'è anche mio zio e mi farò esplodere in nome di Allah», avrebbe detto il giovanissimo studente. Vista l'età del bambino, gli investigatori vogliono accertare se quelle parole siano state realmente dette, e se siano eventualmente da attribuire a un contesto familiare o forse probabilmente all'espressione esagerata di un ragazzino. Potrebbe dunque non trattarsi di nulla di preoccupante, sebbene la modalità scelta per 'denunciare' la storia, la gogna dei social, non è esattamente la migliore possibile. Ultimo aggiornamento: 15:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA